ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Rettocolite ulcerosa nei bambini

I sintomi caratteristici della rettocolite ulcerosa sono i dolori addominali, la diarrea e la presenza di sangue nelle feci.

a cura di: Dott. Ezio Sartori (pediatra)

Ho sentito parlare della rettocolite ulcerosa in televisione. Può colpire anche i bambini? E quali sono i sintomi e la terapia? È facile da diagnosticare? Mi scuso per le molte domande, ma è un argomento che mi interessa.

Gentile lettrice/lettore, è vero, anche i bambini possono avere una Rettocolite Ulcerosa (RU) che, insieme al Morbo di Crohn (MC), fa parte del gruppo delle Malattie Infiammatorie Croniche Intestinali (MICI). I termini che usiamo per indicare questo insieme di malattie ne riassumono le principali caratteristiche comuni: lesioni infiammatorie che interessano l'intestino e che presentano un andamento cronico - recidivante. Un altro importante elemento comune è l'impossibilità, fino ad oggi, di individuare una causa specifica di queste alterazioni.

La frequenza della RU varia nelle varie casistiche: sembra comunque attendibile la stima complessiva di 8 casi ogni 100.000 abitanti nelle regioni del sud Europa. I sintomi caratteristici della RU sono i dolori addominali, la diarrea e la presenza di sangue nelle feci. Raramente l'esordio può essere fulminante con febbre, anemia grave, aumento dei globuli bianchi, diminuzione delle proteine nel sangue e segni tossici (in questi casi si rende talora indispensabile un intervento chirurgico demolitivo che consiste nella resezione del colon). Dolori addominali e diarrea, talora con presenza di sangue, rappresentano una evenienza frequente in età pediatrica ma, ovviamente, solo in pochi casi si dovrà prendere in considerazione l'ipotesi di una RU.

Il pediatra del bambino, dopo aver escluso le cause più frequenti e banali di diarrea, potrà indicare la necessità di accertamenti specifici basandosi sulla persistenza e/o gravità dei sintomi. Nel caso di una sospetta RU diventa indispensabile la collaborazione del pediatra curante con un centro di gastroenterologia pediatrica (ospedaliero od universitario) per l'attuazione delle procedure diagnostiche necessarie (endoscopia, esami radiologici ed ecografici) e le conseguenti decisioni terapeutiche.

7/1/2003

2/2/2017

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Rettocolite ulcerosa nei bambini"

Morbo di Crohn
La malattia di Crohn è detta anche "enterite segmentaria" o "enterocolite granulomatosa". Nel 25-40 % dei casi questa malattia inizia prima dei 20 anni.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Non vuole stare con suo papà
Mia figlia di 13 mesi vuole stare sempre con me e non con il suo papà. I consigli dello psicologo.
Punti neri sulla fronte
La terapia da seguire per l'eliminazione dei punti neri sulla fronte.
Quanti pasti deve fare un neonato?
Il numero dei pasti di un neonato è relativamente poco importante, purché la quantità di latte ingerito nella giornata sia normale.
Ha le piccole labbra attaccate
Mia figlia ha le piccole labbra con molte aderenze, tanto da essere quasi completamente attaccate.
I cereali nell'alimentazione del bambino
I cereali (frumento, mais, riso, orzo, avena, segale) nell'alimentazione del bambino rappresentano una buona fonte di energia.

Quiz della settimana

A che cosa serve la vitamina C?
Ha un'azione anti-ossidante
Favorisce l'assorbimento del ferro
Serve per produrre una sostanza chiamata collagene
Tutte le risposte sono esatte