ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Mia figlia è a rischio di asma

La definizione precisa di asma si può fare solo dopo i sei anni di età. I consigli su come prevenirla e la terapia da seguire.

a cura di: Dott. Alfredo Boccaccino (allergologo)

Mia figlia, sino ai due anni allergica a latte e uovo, ora, all'età di quattro anni, risulta sensibile ad alcuni inalanti (gatto, cane, cipresso e acari). Ha sempre sofferto di dermatite atopica ed ora manifesta prurito agli occhi e una lieve rinite, ma non ha mai avuto, finora, attacchi d'asma. Tutt'al più ha sofferto di broncospasmo durante episodi di bronchiolite (all'età di due mesi) o di bronchite (ogni inverno). Le è stata prescritta una terapia preventiva con … (nome commerciale del Fluticasone) da eseguire da settembre a dicembre. È solo una forma di prevenzione o si tratta invece di una vera e propria terapia per chi soffre d'asma? Devo proprio sottoporla a questo farmaco? Se possibile vorrei un consiglio sull'acquisto di un aspirapolvere adatto: i miei dubbi riguardano più che altro il tipo di filtro che deve possedere e la potenza minima che garantisca di poter effettuare un'adeguata profilassi ambientale.

La situazione allergica di sua figlia è ad alto rischio per una evoluzione futura verso l'asma. Sono presenti alcuni fattori importanti quali la dermatite atopica associata a pregressa allergia alimentare e l'attuale allergia respiratoria. La definizione precisa di asma la si può fare solo dopo i sei anni di età, ma la piccola ha presentato dei sintomi che vengono definiti asma-like, tipo la bronchiolite e le bronchiti asmatiformi invernali. La terapia con cortisone topico (Fluticasone) andrebbe fatta solo in seguito ad una precisa diagnosi di Asma Persistente. È chiaro che alla sua piccola non può ancora essere effettuata questa diagnosi.

La terapia cortisonica topica ha un effetto preventivo sui sintomi, ma con molta probabilità l'evitare l'insorgenza di sintomi determina anche un miglioramento prognostico sull'evoluzione della malattia. Credo che il motivo per il quale le è stata prescitta la terapia sia molto più legato all'intensità dell'allergia che alla diagnosi di asma. Personalmente non la vedo come un eccesso terapeutico, soprattutto se praticata per quattro mesi. La profilassi ambientale, per gli allergici agli Acari, è il fattore che meglio può evitare l'insorgenza dell'asma: ciò è dimostrato da molti studi. Sono importantissimi alcuni presidi come il coprimaterasso ed il copricuscino in "microfibra" e naturalmente l'aspirapolvere, che per essere efficiente deve possedere alcune importanti caratteristiche, quali: motore potente da 1200 w - depressione massima (potenza di aspirazione) 220 cm di acqua qualità dei filtri: filtro ad acqua + filtro in polietilene (tipo HEPA) è importantissimo che sia filtrata l'aria che raffredda il motore tenuta perfetta tra i raccordi dei tubi di aspirazione. È inoltre utilissimo l'abbinamento con l'emissione di vapore secco a 150 °C. Per ulteriori notizie sulla profilassi ambientale può visitare il sito www.envicon.it

7/1/2002

1/6/2014

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Aumento di peso in gravidanza
L'aumento di peso nell'arco dell'intera gravidanza normalmente si aggira tra i 7 e i 14 kg complessivi.
Calo di peso nel neonato
Il calo di peso è normale nei primi giorni di vita del neonato. Si considera normale che un neonato a termine recuperi il peso della nascita entro 8-10 giorni.
Servono le lenti progressive nella miopia?
Non esiste nessuna evidenza scientifica che la lente Varifocale o progressiva sia utile nella gestione della miopia.
Allattare quando riprende il ciclo?
La ripresa del ciclo non incide nell'allattamento. Sfatiamo alcune dicerie che talvolta capita di sentire.
Beclometasone dipropionato
Il principio farmacologico denominato beclometasone dipropionato appartiene alla classe dei farmaci corticosteroidi topici per uso inalatorio.

Quiz della settimana

Che cosa e' il meconio?
Una secrezione densa emessa dalla bocca del neonato al momento della nascita
Una sostanza emessa dall'intestino del neonato
Una sostanza vischiosa proveniente dal naso del neonato
Nessuna delle risposte corretta