ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Viaggia con noi

la tua vacanza felice con MAMMAePAPA.it

Grandate

Il cavallo è una delle prime passioni dei bambini: vero, a dondolo o con le ruote, di pezza o di legno è un animale che riscuote simpatia...

a cura di: Stefania Gonzales

Il cavallo è una delle prime passioni dei bambini: vero, a dondolo o con le ruote, di pezza o di legno è un animale che riscuote simpatia, rinnova il senso di libertà e probabilmente scatena la fantasia più di molti altri giocattoli.
Se volete portare i vostri bambini nel regno del cavallo giocattolo, andate a Grandate (Como) al Museo del cavallo giocattolo (appunto), dove Piero Catelli, fondatore del gruppo Chicco-Artsana, ha alloggiato più di 500 esemplari confezionati tra il 1700 e il 1970 e raccolti in tutte le parti del mondo dal collezionista Lorenzo Pianotti. Nelle sale dell'antica scuderia Tornese, dove è stato allevato l'omonimo purosangue campione di gare negli anni Cinquanta, sono riuniti tre secoli di storia del giocattolo rappresentati da rari esemplari: il puledro cinese in legno grande come un pony, il cavallo di ghisa della Coca-Cola da mettere fuori dai bar per richiamare l'attenzione dei passanti, il cavallo-scultura futurista del 1910, in legno rosso e dotato di meccanismo a doppia oscillazione. E poi ci sono i cavallini di cartapesta con bretelle da indossare come pantaloncini, cavalli a pedali, cavalli delle giostre. Di legno pregiato, metallo o pelle di cavallino. Con code di crine o criniere di cuoio. Statici o azionati da complessi meccanismi. Tutti con un nome, Nerina, Tatsuo, Mr Brown, Garibaldo…. e tutti a portata di mano. L'esposizione, infatti, è stata pensata in modo non convenzionale, ma da essere il più possibile a portata di bambino: con i cavalli disposti su piani d'appoggio senza vetri né barriere e i loro nomi e storia riportati accanto. E a far da cornice sono manifesti d'epoca e pannelli che riproducono particolari ingigantiti dei cavalli.

Notizie utili

Il Museo del cavallo giocattolo é a Grandate in via Tornese, 10, telefono 031.382.038-382.912. Si può visitare dal martedì al sabato (10.30-12.30/15.30-19.30) e il lunedì (15.30-19.30); chiuso alla domenica. L'ingresso costa 6mila lire, ma i bambini fino a sei anni non pagano.

Grandate (da Granum-datum, terra che dà grano o, più plausibilmente da Grandinatum, grandine) si trovava sulla strada regia romana che da Milano portava a Como: la sua origine sono un pugno di case nate per ospitare i pellegrini di passaggio. Tra l'VIII e il IX secolo venne costruita una piccola cappella, dove si racconta che, nel giugno 1164, furono ospitate le spoglie dei Re Magi trafugate a Milano dall'arcivescovo di Colonia Rainaldo di Dassel. Fra i fabbricati civili più antichi ci sono le corti di Bustigo, la Vigna, il Caslasc e la Curt granda, citati in una carta del 1722. Anche se in parte cambiati, sono testimoni di un mondo contadino e della tradizione popolare lombarda rimasta integra sino alla fine del secolo scorso, quando l'industria iniziò ad affiancarsi all'agricoltura con la bachicoltura, la tessitura, la lavorazione del vetro e del cristallo. Fra le ville, vi sono palazzo Ciceri con il grande parco, attualmente Monastero di clausura, la villa detta "il Roccolo" per i carpini in semicerchio che servivano per tirare le reti durante la stagione di caccia, e villa Borella, oggi Municipio e biblioteca.
Come andare. Grandate si raggiunge con l'autostrada A 9 (Milano-Como), uscita Como Sud: il paese è a 2 chilometri dal casello. Oppure potete uscire a Fino Mornasco e seguire le indicazioni per il museo.

Dove mangiare e dormire

Dove dormire e mangiare. A Grandate c'è l'Hotel Arcade (S.S. dei Giovi, 40, tel. e fax 031.450.100), dove si può anche mangiare. La camera doppia costa 88/118 doppia (prima colazione 7mila), il menù alla carta 40/60mila lire. A Como, l'Hotel Metropole & Suisse (piazza Cavour, 19, tel. 031.269.444-266.377, fax 031.300.808; e-mail: suisse@galactica.itwww.hotelmetropolesuisse.com ) fondato nel 1892, è stato recentemente rinnovato e offre camere e suite con vista sul lago. I bambini sono ospitati con lettini nella camera dei genitori e fino a sei anni non pagano. In più fino alla fine dell'anno si può approfittare delle offerte speciali: fino al 31 ottobre, la doppia costa 220mila lire e a novembre e dicembre 200mila lire.

29/7/2002

29/7/2002

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Rachitismo e vitamina D
Perché si danno le gocce di vitamina D dalla nascita? Servono ad evitare il rachitismo nei bambini.
Sindrome di Wolf-Parkinson-White
La Sindrome di Wolf-Parkinson-White è una forma di aritmia del cuore.
Urinare spesso in gravidanza
All'inizio della gravidanza c'è l'esigenza di urinare molto più frequentemente di prima a causa del cambiamento di forma e dimensioni dell'utero.
Come si fa l'aerosol nei bambini
L'aerosol nei bambini: cosa fare per eseguire in modo corretto un aerosol nei bambini.
Quale terapia per l'angioma rilevato?
Dalla nascita ha due angiomi di cui il primo, è rilevato e di colore rossastro, sulla schiena. Il trattamento consigliato dal chirurgo.

Quiz della settimana

Che cosa e' il meconio?
Una secrezione densa emessa dalla bocca del neonato al momento della nascita
Una sostanza emessa dall'intestino del neonato
Una sostanza vischiosa proveniente dal naso del neonato
Nessuna delle risposte corretta