Saperne di più

per approfondire insieme

Svenimenti e capogiri in gravidanza

Lo stato di gravidanza fa abbassare la pressione arteriosa e spesso causa svenimenti e capogiri. Quando si avverte un capogiro può essere utile aprire la finestra per favorire la circolazione d'aria.

a cura di: Dott.ssa Orietta Scattolin (pediatra)

Lo stato di gravidanza fa abbassare la pressione arteriosa. Per questa ragione la donna è più instabile dal punto di vista del controllo della circolazione e della pressione. Bastano anche semplici cambiamenti di posizione per ridurre l'afflusso di sangue al cervello e provocare, così, degli svenimenti.

La pressione arteriosa bassa a metà gravidanza, un lieve stato di anemia e la presenza di vasi sanguigni più ampia causa del progesterone sono le cause che aumentano le possibilità di svenire, dopo aver avuto spesso sudorazione fredda e sensazione di "macchie nere" davanti agli occhi. Quando si avverte un capogiro e si teme di svenire può essere utile aprire la finestra per favorire la circolazione d'aria o uscire all'aria aperta. Bisognerebbe anche cercare di cadere inginocchiate con la testa in giù e il naso sulle ginocchia perchè questa posizione fa arrivare il sangue alla testa più velocemente e protegge anche un pò il bambino.

Diversa è la situazione dei capogiri da supina (sdraiata a pancia in su), dovuta al fatto che l'utero, appesantito, schiaccia parzialmente la vena cava: si riduce in questo modo la quantità di sangue nella pate destra del cuore ed entra in circolo meno sangue ricco di ossigeno. Ci si sente come una "vampata di sudore" e la sensazione di svenire. Non colpisce tutte le donne e dipende da una predisposizione individuale.

Questo fatto non deve generare la preoccupazione di svenire quando si è supine durante il sonno: se accadesse, ci si sveglia automaticamente e ci si gira sul fianco.