Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

QT lungo e SIDS

La sindrome del QT lungo si caratterizza per la presenza di un intervallo particolarmente allungato tra l'onda Q e l'onda T del tracciato che segnala l'attività elettrica del cuore.

a cura di: Dott. Guido Vertua (pediatra)

Ho fatto fare un ECG a mio figlio di due mesi e mezzo ed è stato riscontrato un QT lungo. La pediatra ci ha consigliato di rifare l'esame al più presto. Da quanto ho potuto capire tale valore, se superiore a 440, è associato a casi di SIDS (morte in culla). E' un test attendibile? Qualora lo fosse, e forse in ogni caso, esistono delle terapie farmacologiche per prevenire la SIDS? Come dobbiamo comportarci mia moglie ed io? La SIDS presenta della familiarità? Abbiamo già una bambina di sei anni (che non fu sottoposta a tale esame): può essere un elemento di tranquillità? (N.d.R.: la sindrome del QT lungo si caratterizza per la presenza, all’elettrocardiogramma, di un intervallo particolarmente allungato tra l’onda Q e l’onda T del tracciato che segnala l’attività elettrica del cuore. In circa il 30% dei casi di SIDS (sindrome della morte improvvisa del lattante) si riscontra questo allungamento del tratto QT, che dipende da un’alterazione genetica e che agisce provocando un arresto cardiaco dovuto ad aritmia. I geni coinvolti sono gli stessi che provocano la sindrome del QT lungo, prima causa al mondo della morte improvvisa sotto i 20 anni, in seguito ad esempio a forte emozione o a sforzi fisici).

Il valore del QT in assoluto non ha grande significato; è invece importante il valore del QTc cioè del QT corretto per la frequenza cardiaca. Tale valore deve essere inferiore a 460 msec nella bambina e inferiore a 440 msec nel bambino.
Esso può essere segno di una patologia chiamata Sindrome del QT lungo, una patologia a trasmissione ereditaria o talora conseguenza di alcuni farmaci, che in effetti è stata messa in relazione con la SIDS.

Per evitare facili allarmismi è necessario ripetere l'esame e se il valore è anormale, rivolgersi ad un centro specialistico di Cardiologia Pediatrica.

Altro su: "QT lungo e SIDS"

Un apparecchio per il controllo del respiro del neonato
L'apparecchio per il controllo del respiro del neonato purtroppo non assolve l'obbiettivo ovvero non suona quando a volte un bambino presenta un'apnea.
Posizione nel sonno e morte improvvisa del lattante
Statisticamente la SIDS (morte improvvisa del lattante) capita più spesso in chi ha una posizione nel sonno sbagliata.
Ha rischiato di soffocare
Non respirava più dopo un piccolo rigurgito; molte possono essere le cause scatenanti.
SIDS: mettiamoli a dormire di schiena
Un comportamento corretto contro la SIDS. Torniamo a fare dormire i neonati sulla schiena.
Dorme a pancia in giù
Dovrebbe dormire a pancia in su, ma non ci riesce. Ci vuole molta pazienza per modificare le abitudini del bambino.
Aritmia sinusale
Il termine "aritmia" si riferisce in generale ai disturbi della frequenza cardiaca, del ritmo cardiaco.