Il Pediatra risponde

tutte le risposte dei nostri specialisti

Neonato mancino?

Il neonato non è né mancino né destrorso: è ambidestro. Nel corso del primo anno, il venire meno dei riflessi automatici lascia spazio ai movimenti volontari del bambino.

a cura di: Dott. Giuseppe Elio (pediatra)

Sono il genitore di Emanuele, 5 mesi compiuti. Abbiamo notato che non utilizza frequentemente il braccio destro con la stessa frequenza di quello sinistro. Gran parte degli oggetti e movimenti li gestisce quasi sempre con la mano sinistra. E' segno che il bambino è mancino o è solo una preferenza momentanea?

Il neonato non è nè mancino nè destrorso: è ambidestro, in quanto non si è ancora imposta una prevalenza di un emisfero cerebrale sull'altro. Nel neonato la funzionalità del sistema nervoso è inoltre caratterizzata da un'immaturità corticale, tanto che alla corteccia cerebrale, alla nascita, non si riconosce alcuna attività. In conseguenza di ciò, le caratteristiche funzionali del sistema nervoso nell'età neonatale sono: ipertonia dei muscoli flessori presenza di riflessi di automatismo spinale (es. riflessi arcaici): si risolvono nei primi mesi di vita tendenza alla irradiazione e generalizzazione delle risposte.

Nel corso del primo anno, parallelamente alla maturazione anatomica e funzionale delle strutture corticali, si assiste alla estinzione dei riflessi di automatismo spinale, alla regolazione della funzione tonica e all'instaurarsi del gioco sinergico tra muscoli agonisti e antagonisti, essenziale per l'attuazione di una motilità finalizzata (controllo del capo, prensione, stazione eretta). In altre parole, il venire meno dei riflessi automatici lascia spazio ai movimenti volontari del bambino.

Nel caso segnalato, tuttavia, invitiamo ad osservare se persiste la tendenza a tenere a pugno la mano destra e se sono comunque ridotti i movimenti spontanei dell'arto superiore destro, nel quale caso è opportuno un controllo neuropediatrico.

Altro su: "Neonato mancino?"

Mio figlio è mancino
Mio figlio di due anni è mancino. È utile spingerlo a cambiare mano o devo aspettare e lasciarlo fare? I consigli dello psicologo.