Sono portatrice sana di Epatite B e sono al sesto mese della mia prima gravidanza. Vorrei sapere se potrò allattare senza problemi la mia bambina o se dovrò prendere particolari precauzioni.

Anche se il latte materno di una madre HbsAg positiva (con tale termine si indica una persona che presenta una forma cronicizzata di epatite B o, in gergo famigliare, la cosiddetta portatrice sana del virus) e il siero gemente da un capezzolo con ragadi possono contenere il virus dell'epatite B infettante, l'allattamento al seno non e' controindicato, e quindi non va scoraggiato, se il neonato alla nascita viene vaccinato e contemporaneamente riceve la profilassi con immunoglobuline specifiche (in altre parole anticorpi) contro il virus epatite B.

Altro su: "Può allattare una portatrice sana di epatite B?"

Malattia di Gianotti-Crosti
La malattia di Gianotti-Crosti è un'affezione del tutto benigna che si risolve spontaneamente.
Vaccinazione contro l'epatite B alla nascita
La vaccinazione contro il virus dell'epatite B viene sempre eseguita alla nascita nei bambini nati da madre HbsAg positiva.
Vaccinazione contro l'Epatite B
L'arma più efficace per prevenire l'infezione di epatite B è la vaccinazione. Come e quando si somministra il vaccino per l'Epatite B.
Transaminasi alte
Transaminasi alte nei bambini. Gli esami che si devono fare per sapere se le transaminasi sono alte.
Vaccinazione anti epatite B
L'epatite B è una malattia infettiva e contagiosa causata da un virus che penetra nell'organismo attraverso il contatto diretto con malati o portatori sani.
Puntura accidentale con una siringa abbandonata
Mio figlio di sei anni ha giocato con l'ago di una siringa usata. Vorrei informazioni sul contagio da siringhe infette.