Sono un genitore, un po' in apprensione, avendo un bimbo di quattro anni operato di tonsillectomia: mi chiedo cosa comporti per mio figlio non avere più le tonsille. È vero che eventuali infezioni delle prime vie aeree si possono trasferire oltre la vecchia barriera difensiva che erano le tonsille... appunto?

È difficile dare una risposta a questo quesito basata su articoli tratti dalla letteratura medica: non mi risultano infatti studi clinici specifici che dimostrino un aumento delle infezioni delle basse vie respiratorie successivo ad intervento di tonsillectomia.

Penso che se si è dovuto ricorrere alla tonsillectomia probabilmente le tonsille non funzionavano già bene. Inoltre l'organismo ha nella stessa regione altre modalità di difesa quali le ghiandole sottomandibolari e latero-cervicali e le adenoidi. Infine a questa età la ricorrenza delle infezioni inizia a diminuire e l'organismo comincia ad essere più immune. Mi sento quindi di tranquillizzare il nostro lettore su possibile conseguenze relative alla tonsillectomia.

Altro su: "Mio figlio e' stato operato alle tonsille"

Otiti ricorrenti: prevenzione
Se il bambino fa otiti ricorrenti, si possono applicare diversi metodi di prevenzione: antibiotici, togliere le adenoidi, mettere un drenaggio.
Cortisone in spray nasale per le adenoidi
Da una ricerca risulta che dopo un trattamento di circa sei mesi con uno spray a base di cortisone si è ottenuta la riduzione delle adenoidi nei bambini.
Rischio nella tonsillectomia
Che rischio si corre con l'intervento alle tonsille? L'operazione chirurgica viene sempre eseguita in anestesia generale.
Adenoidectomia: l'operazione per le adenoidi ingrossate
Dopo una operazione per la adenoidi ingrossate (adenoidectomia), come starà il bambino e che rischi corre? I consigli del Pediatra.
Otiti ricorrenti
Le otiti sono infezioni acute dell'orecchio che possono essere ricorrenti nei bambini piccoli.
Adenoidectomia e anestesia.
La moderna anestesia prevede per gli interventi di adenoidectomia e/o tonsillectomia l'intubazione oro-tracheale e una narcosi con vena incannulata.