Siamo i genitori di Alessandro, un bel bambino di 3 anni; siamo già ricorsi al vostro aiuto per problemi comportamentali (non voleva dormire nel suo letto ma in mezzo a mamma e papa'), che anche grazie al vostro aiuto abbiamo risolto. Ora ci troviamo a doverlo operarare per l'asportazione di tonsille ed adenoidi in quanto da due anni ha il naso chiuso, frequenti apnee notturne, problemi alla gola, febbre ecc... Per questi motivi il pediatra che lo segue ci ha inviato da uno specialista che visitandolo non ha avuto esitazioni e ritiene opportuno operarlo. Vista la tenera età del bambino (3anni) siamo un po' spaventati: vorremmo sapere che genere di rischi ci sono in un intervento di questo tipo e quali accorgimenti adottare per rendegli il tutto meno traumatico.

Un bambino di tre anni può essere sottoposto senza problemi ad un intervento di asportazione delle tonsille e delle adenoidi. L’operazione chirurgica viene sempre eseguita in anestesia generale tramite intubazione oro-tracheale e narcosi con vena incannulata. Alcune manovre anestesiologiche possono produrre effetti indesiderati; in particolare l’intubazione endotracheale può causare una irritazione della laringe e della trachea da corpo estraneo, che si manifesta con dolore alla deglutizione, secchezza della gola, raucedine, tosse, tutti sintomi che, in genere, regrediscono spontaneamente nel giro di alcune ore.

Per quanto riguarda l'asportazione delle adenoidi, raramente si può verificare un’emorragia post-operatoria, che solitamente insorge nelle prime sei ore dopo l’intervento e che è sempre rapidamente dominabile. Nei giorni successivi all’asportazione delle tonsille potrà essere utile somministrare gelati a volontà, permettendo al bambino di nutrirsi senza dolore e offrendo un sollievo alla gola irritata.

Altro su: "Rischio nella tonsillectomia"

Otiti ricorrenti: prevenzione
Se il bambino fa otiti ricorrenti, si possono applicare diversi metodi di prevenzione: antibiotici, togliere le adenoidi, mettere un drenaggio.
Apnea notturna nei bambini
Molti bambini soffrono di apnea notturna. La terapia consigliata dal Pediatra.
Disostruire il canale del deflusso lacrimale
E' pericolosa per un neonato l'anestesia totale per disostruire il canale del deflusso lacrimale? Il parere dell'esperto.
Ha catarro nelle orecchie e ci sente poco
L'otite media secretiva è caratterizzato dalla formazione nella cassa del timpano di un versamento siero-mucoso o muco-gelatinoso.
Otiti ricorrenti
Le otiti sono infezioni acute dell'orecchio che possono essere ricorrenti nei bambini piccoli.
Adenoidectomia e anestesia.
La moderna anestesia prevede per gli interventi di adenoidectomia e/o tonsillectomia l'intubazione oro-tracheale e una narcosi con vena incannulata.