In tema di malocclusione (penso!!!) vorrei sapere che cos'è "il morso profondo", che è stato diagnosticato a scuola al mio primogenito (sei anni e mezzo) e cos'è invece il "morso crociato", che ha l'altro mio figlio.

Il morso profondo o morso coperto è un’anomalia verticale (N.d.R.: cioè che si sviluppa nella direzione alto-basso) nella quale gli incisivi superiori coprono troppo gli inferiori. Il morso coperto scheletrico o basale (per distinguerlo da quello dento-alveolare) consiste in una riduzione del terzo inferiore della faccia, per questo anche chiamato sindrome della faccia corta, ed è quasi sempre associato ad una retrusione inferiore basale.

La necessità di trattamento varia, a seconda della gravità: da limitazioni funzionali al lieve pregiudizio estetico. Il morso incrociato o morso inverso è invece un'anomalia trasversale (N.d.R.: cioè che si sviluppa nella direzione sinistra-destra); può essere monolaterale o bilaterale e si verifica quando i denti superiori cadono, nel contatto occlusale, internamente rispetto agli inferiori. In altre parole, l'arcata superiore non cade esattamente sull'inferiore, ma risulta spostata da una parte. È necessario correggere tale anomalia prima possibile per consentire una crescita simmetrica del mascellare superiore e della mandibola. La causa dell'inversione del combaciamento deve essere individuata distinguendo le forme funzionali da quelle anatomiche ed intervenendo mono o bilateralmente a seconda delle necessità.

Altro su: "Morso profondo e morso crociato"

Morso incrociato
E' necessario valutare se per correggere il morso incrociato é necessario un apparecchio fisso o mobile.
Un apparecchio ai denti piuttosto ingombrante
Dovrebbe mettere un apparecchio ai denti piuttosto ingombrante. E' davvero l'unica soluzione possibile? I consigli dell'Odontoiatra.
L'apparecchio per i denti a quattro anni
Le è stato diagnosticato un problema di morso incrociato. Non è troppo presto mettere l'apparecchio a quattro anni?
Morso incrociato
Il morso incrociato è un'anomalia per la quale i denti superiori cadono, nel contatto occlusale, internamente rispetto agli inferiori.
Morso incrociato
Il morso incrociato laterale deriva da una differenza nella dimensione trasversale delle due arcate dentarie.