Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Plicometria

La plicometria eseguita con uno strumento chiamato plicometro misura il grasso corporeo. Attraverso la misura del grasso sottocutaneo è possibile stimare il contenuto ideale del grasso corporeo.

a cura di: Dott. Guido Vertua (pediatra)

Vorrei informazioni sulla "plicometria cutanea". Oltre a che valore un bambino viene considerato obeso? Qual è la massa adiposa?

Un paziente viene giudicato obeso quando il suo peso corporeo è superiore del 20% rispetto a quello ideale, in altre parole al peso che, sulle curve di crescita auxologiche o curve dei percentili, corrisponde alla sua statura. Il metodo più attendibile e di semplice esecuzione per stimare la massa adiposa, cioè il grasso corporeo, è la plicometria, cioè la misurazione delle pliche cutanee in regioni opportunamente prescelte, eseguita con uno strumento chiamato appunto plicometro.

Attraverso la misura del grasso sottocutaneo è possibile stimare, utilizzando appropriate equazioni, il contenuto totale del grasso corporeo assumendo che il grasso sottocutaneo ne rappresenti una frazione costante. Le pliche più frequentemente utilizzate sono la tricipitale (misurata sul lato posteriore del braccio), la bicipitale (rilevata invece sul lato anteriore), la sottoscapolare (valutata al di sotto della punta inferiore della scapola) e la sovrailiaca (misurata in fondo alla schiena). La sommatoria di più pliche permette di tenere conto delle differenze nella distribuzione corporea del grasso sottocutaneo e riduce l’errore di misura.