Ho notato che, nel primo anno di vita, la pediatra misura spesso la circonferenza cranica del bambino. Vorrei sapere lo scopo di questo. Il mio bambino ha nove mesi e la pediatra ha notato che ha la testa abbastanza grande, anche se a me non sembra. Come si fa a capire se la circonferenza è nella norma?

Il cranio del neonato e del lattante, soprattutto nel primo anno, ha un accrescimento che è parallelo all'accrescimento del cervello contenuto al suo interno e quindi si può capire quanto sia importante un accrescimento di troppo o un arresto dell'accrescimento nei primi periodi della vita in cui il cervello (ed il cranio) si accrescono velocemente.

Detto questo ha quindi molta importanza il controllo della circonferenza del cranio, che deve essere regolare per velocità di accrescimento e per dimensioni raggiunte in base all'età del bambino. Di conseguenza è importante, nei primi mesi di vita, la registrazione mensile della circonferenza cranica per osservare eventuali accelerazioni o decelerazioni della velocità di crescita della circonferenza cranica.

Vi sono ampi limiti di oscillazione (nella norma) della circonferenza cranica che possono dipendere da fattori ereditari (genitori con cranio grande possono avere figli con cranio grande e così pure quelli con cranio piccolo potranno avere figli somiglianti sia come circonferenza che come forma del cranio).

Tuttavia possono aversi dei casi patologici di accrescimento della circonferenza cranica (tumori cerebrali, idrocefalo, rachitismo) e casi patologici di blocco o ritardato accrescimento (craniostenosi, microcefalia ecc.). L'espressione "un cranio un pò grosso" della sua pediatra non significa affatto che il suo bambino abbia un problema. Per fare un esempio sono normali uomini alti 1.85 e 1.65 e sono rispettivamente al 90° e 10° percentile anche se quelli alti 1.85 sono un pò grossi e quelli 1.65 un pò piccoli.

Significa che su 100 uomini quelli al 90° percentile ne hanno 10 più alti di loro e 90 più bassi. Il contrario sarà per quelli più bassi, ma tutti nell'ambito della normalità. Vi sono delle curve di accrescimento della circonferenza cranica che in genere il bambino del primo anno segue e la sua pediatra, rilevando la circonferenza ad ogni controllo, potrà controllare eventuali anomalie di accrescimento (crescita troppo aumentata o arresti di crescita) che possono avere una certa importanza.

Anche qui il 5% dei bambini normali potrà collocarsi nella macrocefalia o nella microcefalia mentre tutti gli altri rientreranno tra questi due estremi.

Altro su: "Circonferenza del cranio nel neonato"

Ritardo psicomotorio in idrocefalo benigno
Ritardo psicomotorio in idrocefalo benigno. Conseguenze serie di una malattia grave.
Si puo' fare l'ecografia al cervello?
L'ecografia cerebrale per via transfontanellare è ormai una indagine abbastanza diffusa nei reparti di neonatologia.
La fontanella del neonato
Fino a quando la fontanella non si salda completamente, è necessario trattare con cautela ed attenzione la testa del bambino.
Idrocefalo
L'idrocefalo è una malattia in cui si ha un accumulo di liquido cefalo rachidiano a livello delle cavità del cervello.