ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Saperne di più

per approfondire insieme

Iniziare la giornata col sorriso

Una battuta o una frase spiritosa lasciata scritta in cucina, un disegno divertente possono far sorridere i nostri familiari. Sorridere la mattina, appena alzati, è un buon inizio.

a cura di: Dott. Marco Manica (educatore della redazione di www.comunicareinfamiglia.com)

Usare anche la comunicazione scritta, disegnata, illustrata. Un’immagine azzeccata cattura l’attenzione, se è spiritosa fa anche sorridere. Non occorre essere artisti o scovare chissà quale originalità di espressione, chissà quale trovata, battuta, gioco di parole.

Si è in famiglia e funziona anche il piccolo piccolo, il semplice semplice, perché è un segnale di attenzione reciproca e non si sta tanto a guardare la qualità del prodotto, della comunicazione, quanto a quello che essa significa: mi ha pensato, ha fatto questo per me.

Quando nostro figlio piccolo ci regala il suo ultimo disegno, lo appendiamo orgogliosi in ufficio e glielo diciamo, così lo rendiamo felice. Forse non è né bello, né originale, ma non stiamo mica lì a badare a questo: lo ha fatto nostro figlio, e basta.

Lui ci ha comunicato, attraverso un disegno, il suo estro, i sentimenti, la sua visione delle cose, i colori che gli piacciono, e noi lo abbiamo apprezzato perché è suo. Un piccolo evento che rende felici entrambi, genitori e figlio e contribuisce a rinforzare i legami familiari.

Il gioco vale anche tra adulti.

Un amico mi raccontava che prima di uscire al lavoro, la mattina carica la macchinetta del caffè per la moglie ancora addormentata e schizza una vignetta che in genere ha a che fare con il tema del caffè o del bar.

Disegna ad esempio una tazza enorme, con occhi sgranati, con appoggiata una scala a pioli dove sale un pulcino; la scritta è "caffè in tazza grande" Oppure il "caffè macchiato", con la tazza che sbircia, guardando in basso, la macchia disegnata sull’esterno.

Lei, alzandosi, trova sempre una piccola sorpresa spiritosa in cucina, e sorride.
 
E’ un’idea. Ognuno e ogni famiglia ha il proprio stile. Potete scoprire anche voi che cosa può far sorridere i vostri cari e comunicare qualcosa di vostro a chi resta a casa e non potete salutare prima di uscire.

19/11/2012

4/4/2013

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Alimentazione dopo l'anno di vita
Dopo il primo anno, l'alimentazione sarà quasi uguale a quella di un adulto. E' importante che segua una dieta completa e varia.
Dolori alle articolazioni e alla schiena in gravidanza
Durante tutta la gravidanza può capitare di avvertire dei dolori articolazioni e alla schiena.
Macchie mongoliche
Le macchie mongoliche sono lesioni maculari congenite determinate dalla presenza in eccesso nel derma.
Aerofagia
Per evitare l'aerofagia nel lattante è bene utilizzare prodotti a base essenzialmente di finocchio, anice verde, melissa e camomilla.
Gli è stato diagnosticato un reflusso vescico-ureterale
La correzione del reflusso vescico-ureterale può essere chirurgica. La tecnica più frequentemente adottata è quella di Cohen.

Quiz della settimana

Che cosa è il miocardio?
Un osso
Una arteria
Un muscolo
Un nervo