ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Vitamine per l'influenza?

Attenzione a considerare tutti i prodotti, liberamente venduti in farmacia anche senza ricetta, come privi di rischi perché tanto sono vitamine e non fanno male.

a cura di: Dott. Rodolfo Varani (pediatra)

Mio figlio di quasi tre anni è un bimbo che mangia molto pesce e poca verdura. Il pediatra non mi ha mai prescritto vitamine o proteine o altri integratori (se non nei primi mesi di vita) dicendomi che è un bimbo di buon appetito. Sento molte mamme che danno vitamine ai loro figli ad ogni influenza o raffreddore o semplicemente per dare vitamine, tanto male non fanno! Qual è il giusto atteggiamento?

Noi pediatri, soprattutto 20-30 anni fa, siamo stati accusati di essere dei grandi vitaminizzatori delle urine dei bambini. Questo significa che avevamo creato una moda di somministrare vitamine che il bambino non necessitava e che quindi l'organismo eliminava nelle urine: di conseguenza, soldi spesi per niente. Né 20-30 anni fa né adesso c'erano delle carenze alimentari tali da richiedere la somministrazione di vitamine (tranne rarissime eccezioni).

Rimarchiamo dunque questo punto: dare le vitamine serve solo se c'è carenza, altrimenti è inutile.

Vi era anche l'abitudine di somministrare un prodotto vitaminico insieme ad un trattamento antibiotico, passata di moda con il fatto che la mutua non concedeva più gratuitamente le vitamine e perché i pediatri hanno fatto marcia indietro da queste usanze. In effetti, pur non essendo necessarie, nella gran parte dei casi non fanno male e quindi possiamo sedare l'ansia di una madre somministrando dei polivitaminici al bambino.

Tuttavia va fatta attenzione che il detto "tanto non fanno male" non vale per tutti i tipi di vitamine: alcune (vitamine liposolubili come la vitamina A, per esempio) possono essere anche molto pericolose. Infatti, mentre molte vitamine (per esempio le vitamine del gruppo B) sono idrosolubili e l'organismo, se non ne ha bisogno, le elimina attraverso le urine, altre vitamine (per esempio la vitamina A) possono accumularsi nel corpo umano dando dei problemi anche molto seri.

Quindi attenzione a considerare tutti i prodotti, liberamente venduti in farmacia anche senza ricetta, come privi di rischi perché tanto sono vitamine e non fanno male. In conclusione dia retta al suo pediatra e non stia a sentire le mamme più ansiose di lei che vogliono dare per forza qualche cosa al proprio bambino credendo di fare una cosa buona e sicura.

26/3/2004

22/10/2015

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Vitamine per l'influenza?"

Il sodio
Il sodio si trova in quasi tutti i cibi, soprattutto nel cloruro di sodio (il sale comune). Una carenza di sodio causa calo della pressione, crampi, debolezza.
Il fosforo
È un macroelemento contenuto nelle ossa e dei denti. Svolge un ruolo importante nel metabolismo energetico. Scopri altre informazioni utili.
La vitamina B2
La vitamina B2 ha un ruolo essenziale nella respirazione della cellula e nella produzione d’energia.
E' necessaria la profilassi con Vitamina K in un neonato?
Il neonato è carente di vitamina K ed è importante fornire una supplementazione.
La vitamina B5
La vitamina B5, detta anche acido pantotenico, è molto diffusa in tutti gli alimenti sia animali che vegetali.
Il selenio
Si trova negli alimenti di origine animale e vegetale. Non si sa esattamente quanto selenio contenga l’organismo umano.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Neurofibromatosi
Con il termine di neurofibromatosi si intendono almeno sette diverse malattie genetiche. Nel 50% dei casi la malattia viene ereditata da un genitore affetto.
Poppata notturna del neonato
Non sempre è necessario dare la poppata notturna ad un neonato. I consigli del Pediatra.
Vantaggi e benefici della produzione del latte materno
I vantaggi del latte materno. I consigli dei nostri esperti pediatri.
Abbiamo adottato nostra figlia a pochi giorni dalla nascita
Abbiamo adottato nostra figlia a pochi giorni dalla nascita. I consigli di come dirle che stiamo aspettando un secondo bambino.
Leucociti nelle urine
I leucociti nelle urine significano quasi sempre infezione delle vie urinarie o genitale.

Quiz della settimana

Con che frequenza compaiono i cosiddetti "dolori di crescita" nei bambini sani?
2-3%
5-10%
10-20%
20-30%