ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Saperne di più

per approfondire insieme

Stanchezza in gravidanza

Non è però il caso di preoccuparsi se si è stanche in gravidanza: non bisogna dimenticare che l'organismo sta compiendo un superlavoro per affrontare la gravidanza.

a cura di: Dott. Guido Vertua (pediatra)

È normale sentirsi stanche e più affaticate del solito nei primi mesi di gravidanza. Molte volte si ha come la sensazione di non riuscire più a fare tutto quello che si faceva prima e spesso si ha un'irresistibile voglia di dormire. Qualche volta si possono verificare disturbi come capogiri, sudorazione, aumento della frequenza cardiaca, svenimenti.

Non è però il caso di preoccuparsi: non bisogna infatti dimenticare che l'organismo sta compiendo un superlavoro per affrontare la gravidanza e che spesso la mamma è carente di alcune sostanze molto importanti come il ferro, la cui mancanza provoca anemia, e il glucosio, uno zucchero che serve da combustibile per il corpo.

Meglio perciò cercare di adattarsi ad una vita un po' più regolare e tranquilla, ad un ritmo meno convulso e frenetico di quello al quale la mamma era abituata prima di rimanere incinta. È necessario imparare a rilassarsi e ad evitare gli sforzi eccessivi, e cercare di riposare ogni volta che se ne sente il bisogno.

È consigliabile tenersi lontano dai luoghi caldi e affollati, soprattutto quando è inevitabile stare a lungo in piedi, come ad esempio nei mezzi pubblici nelle ore di punta o in coda in un ufficio postale.

Sconsigliabili i digiuni prolungati, utile portare sempre con sé un pacchetto di caramelle o alcune zollette di zucchero e, nel caso compaia una reale anemia, è necessario assumere preparati a base di ferro.

Può essere sicuramente di conforto ricordare che comunque la stanchezza e la sonnolenza tendono a scomparire spontaneamente all'inizio del secondo trimestre.

20/8/2000

5/5/2016

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Stanchezza in gravidanza"

E' sempre stanco
Ha otto anni ed è sempre stanco. L'astenia è uno dei sintomi più frequentemente riscontrati in età pediatrica.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Giocare a calcio a sei anni
Ci hanno sconsigliato di far giocare a calcio nostro figlio di 6 anni a causa della facilità con cui possono formarsi dei microtraumi alle ossa.
Nonni o baby-sitter?
Quando riprenderò il lavoro, sarà meglio affidare il mio bambino ai nonni o alla baby-sitter? Il consiglio della psicologa.
Omogeneizzati o liofilizzati?
Omogeneizzati e liofilizzati hanno le stesse caratteristiche nutrizionali. Nelle prime fasi dello svezzamento vengono spesso preferiti i liofilizzati.
Campagna nazionale di educazione nutrizionale
Mangiar bene conviene per investire in salute.
Certificato di nascita e altri documenti dopo il parto
Appena nato e già alle prese con la burocrazia: certificato di nascita e altri documenti dopo il parto.

Quiz della settimana

I lattanti che assumono latte materno hanno un minor rischio di contrarre:
Otiti
Gastroenteriti
Polmoniti
Tutte le risposte sono esatte