ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Saperne di più

per approfondire insieme

Stanchezza in gravidanza

Non è però il caso di preoccuparsi se si è stanche in gravidanza: non bisogna dimenticare che l'organismo sta compiendo un superlavoro per affrontare la gravidanza.

a cura di: Dott. Guido Vertua (pediatra)

È normale sentirsi stanche e più affaticate del solito nei primi mesi di gravidanza. Molte volte si ha come la sensazione di non riuscire più a fare tutto quello che si faceva prima e spesso si ha un'irresistibile voglia di dormire. Qualche volta si possono verificare disturbi come capogiri, sudorazione, aumento della frequenza cardiaca, svenimenti.

Non è però il caso di preoccuparsi: non bisogna infatti dimenticare che l'organismo sta compiendo un superlavoro per affrontare la gravidanza e che spesso la mamma è carente di alcune sostanze molto importanti come il ferro, la cui mancanza provoca anemia, e il glucosio, uno zucchero che serve da combustibile per il corpo.

Meglio perciò cercare di adattarsi ad una vita un po' più regolare e tranquilla, ad un ritmo meno convulso e frenetico di quello al quale la mamma era abituata prima di rimanere incinta. È necessario imparare a rilassarsi e ad evitare gli sforzi eccessivi, e cercare di riposare ogni volta che se ne sente il bisogno.

È consigliabile tenersi lontano dai luoghi caldi e affollati, soprattutto quando è inevitabile stare a lungo in piedi, come ad esempio nei mezzi pubblici nelle ore di punta o in coda in un ufficio postale.

Sconsigliabili i digiuni prolungati, utile portare sempre con sé un pacchetto di caramelle o alcune zollette di zucchero e, nel caso compaia una reale anemia, è necessario assumere preparati a base di ferro.

Può essere sicuramente di conforto ricordare che comunque la stanchezza e la sonnolenza tendono a scomparire spontaneamente all'inizio del secondo trimestre.

20/8/2000

13/5/2017

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Stanchezza in gravidanza"

E' sempre stanco
Ha otto anni ed è sempre stanco. L'astenia è uno dei sintomi più frequentemente riscontrati in età pediatrica.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Accertamenti a tappeto e screening
In Pediatria è corretto eseguire accertamenti (del sangue, strumentali o visite) solo quando esiste un sospetto diagnostico.
Emorroidi in gravidanza
Le emorroidi sono un disturbo frequente durante la gravidanza. Le cause e i rimedi suggeriti dal ginecologo.
Trauma dentale
Uno dei due denti incisivi si è scurito dopo un trauma. Il dentista deve fare gli accertamenti necessari dopo la valutazione diagnostica.
Afte ricorrenti
Per certi bambini soffrire di afte ricorrenti può diventare realmente un problema perché i sintomi sono dolorosi e abbastanza intensi.
Inserimento alla scuola materna: è il più giovane della classe
Nella sua classe di scuola materna sarà il più giovane. I consigli per l'inserimento.

Quiz della settimana

Quando si è punti da una zecca, quale dei seguenti comportamenti occorre seguire?
Rimuovere la zecca con alcool o acetone
Lasciare la zecca in sede per alcune ore facendola intontire con ammoniaca
Rimuovere la zecca prontamente con una pinzetta
Schiacciare subito la zecca nella sede della morsicatura