ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

L'esperto risponde

tutte le risposte dei nostri specialisti

Viaggiare in gravidanza: aereo

Viaggiare in aereo in gravidanza non è necessariamente pericoloso. Dipende dalla settimana di gravidanza. È consigliabile non rimanere seduti troppo a lungo immobili.

a cura di: Dott. Guido Vertua (pediatra)

Mia moglie si troverà ad inizio giugno nella 25° settimana di gravidanza. Abbiamo vinto, per quel periodo, un viaggio aereo in Svezia e quindi vorrei cortesemente sapere se esistono delle controindicazioni per un viaggio del genere ed eventualmente quali precauzioni prendere.

Viaggiare in aereo durante la gravidanza non presenta particolari pericoli. È consigliabile non rimanere seduti troppo a lungo immobili: ogni due ore circa è opportuno alzarsi e camminare per alcuni minuti poiché stare seduti per troppo tempo riduce la circolazione del sangue nella regione pelvica. Sull’aereo è utile bere in abbondanza perché il microclima della cabina è secco e favorisce la disidratazione.

Alcune compagnie aeree richiedono, dopo la 25° settimana di gestazione, una dichiarazione del proprio ostetrico per autorizzare il viaggio. Il volo in aereo comporta un aumentato rischio di malattia tromboembolica. È in genere sconsigliato se la gestante ha una pressione alta o se c’è stata una minaccia di aborto nella prima parte della gravidanza perché un cambiamento brusco di altitudine potrebbe indurre il travaglio.

1/5/1998

7/3/2017

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Allattamento al seno: consigli alla mamma che allatta
I consigli degli esperti di Pediatria On Line alla mamma che allatta al seno.
Calcolo del peso fetale
Come si calcola il peso fetale durante i 9 mesi della gravidanza? I consigli degli esperti.
Mucoviscidosi o fibrosi cistica
La mucoviscidosi è una malattia caratterizzata dalla produzione di secrezioni ghiandolari particolarmente viscose e da alterazioni del pancreas e dei bronchi.
Animali in casa?
Animali in casa, si o no? Non vi sono controindicazioni, a patto che si seguano delle norme igieniche rigorose.
Il bambino iperattivo
Le cause dell'iperattività e deficit di attenzione e cosa fare se un bambino sembra iperattivo.

Quiz della settimana

A che cosa serve la vitamina K?
Ha un'azione anti-ossidante
Aiuta l'organismo a difendersi dalle infezioni
Favorisce la trasmissione degli impulsi nervosi
Ha un'azione antiemorragica