ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il tempo dell'infanzia

bambini nell'arte e nella cultura

I vestiti nell'infanzia

Alcune informazioni utili e curiose sui vestiti nell'infanzia, un museo da visitare e le caratteristiche dell'abbigliamento infantile.

a cura di: Dott.ssa Maria Antonietta Filipponio

Bambino in bianco

Bambino in bianco

Nonostante l'abito lungo e la cuffietta ricamata, il bambino raffigurato nel quadro è un maschietto. La moda dei secoli passati imponeva che i bambini di entrambi i sessi si vestissero tutti alla stessa maniera, fino a quasi cinque anni di vita: con la gonna lunga. Ma se ci sofferma ad osservare meglio il quadro si possono notare alcuni elementi che permettono di capire il sesso del bambino.

I vestiti nella letteratura

Michele aveva nove anni ed era inquieto, perché la mamma gli aveva detto: "Per quest'inverno ti sistemo il cappotto di Rosaria: a lei è diventato piccolo, ormai!".

Un museo da visitare

A Rocca Borromeo si trova una ricca collezione di abiti e accessori per bambini.

Un aneddoto

La celebre narratrice inglese Frances Hodgson Burnett non solo diventò famosa per aver scritto un classico della letteratura per ragazzi, ma soprattutto inventò un tipo di abbigliamento infantile composto da pantaloni al ginocchio, giacca corta allacciata con un solo bottone a girocollo e grande collo di pizzo.

Le caratteristiche dell'abbigliamento infantile

Il vero emblema dell'abbigliamento infantile furono le dande, quelle strisce di tessuto che scendevano dalle spalle sulla schiena del bambino: sembra che servissero per insegnare ai bimbi a muovere i primi passi impedendo loro di cadere.

Lo sapevi che...

L'identificazione dell'azzurro con il sesso maschile e il rosa con quello femminile risale soltanto al 1900.

Il quiz

Che cosa era la danda? Un tipo di gonna o la striscia di tessuto attaccata alle spalle del vestito infantile?

  • Le dande sono strisce di tessuto che scendevano dalle spalle lungo la schiena dei bambini: sembra che servissero per insegnare a camminare impedendo loro di cadere, ma furono utilizzate soprattutto con uno scopo decorativo, dal momento che continuarono ad essere conservate negli abiti di bambini che di aiuto per camminare non ne avevano più certo bisogno. Le dande divennero l'emblema dell'abbigliamento infantile.

Cosa era la crinolina? Uno speciale merletto, una piccola cresta da mettere in testa oppure un tipo di sottana rigida da mettere sotto la gonna? 

  • La crinolina era una sottana larghissima indossata dalle donne e dalle bambine fatta di cerchi di legno o di metallo o stecche di balena, a forma di enorme campana rovesciata, gonfia e rigida. Su questo tipo di "gabbia" si indossavano due o tre sottogonne inamidate prima della gonna vera e propria.

Che cosa era la gorgiera? Un vestito o un alto collo bianco?

  • Un alto colletto di pizzo o di tela finissima pieghettata, apparso nel 1555 e subito diventato di moda soprattutto presso la corte di Spagna. Veniva inamidato con un preparato di farina di riso.

26/9/2009

6/10/2010

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "I vestiti nell'infanzia"

I musei del gioco e del giocattolo
Ogni giocattolo è una rarità, creato dalla fantasia e dalla bravura delle mani esperte di artisti ed artigiani. Ecco un elenco di musei del gioco.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Acetone
Acetone o chetosi: una situazione molto frequente in età pediatrica ed è dovuta ad un disturbo momentaneo del metabolismo del bambino.
Depressione post-partum
La depressione post-partum o depressione post-natale è un disturbo dell'umore che colpisce molte donne nel periodo immediatamente successivo al parto.
Neonato che dorme nel lettino
Non esistono controindicazioni a fare dormire un neonato da subito nel lettino. Può essere utile l'uso del riduttore per sentirsi più "contenuti".
Giocare a calcio a sei anni
Ci hanno sconsigliato di far giocare a calcio nostro figlio di 6 anni a causa della facilità con cui possono formarsi dei microtraumi alle ossa.
Nonni o baby-sitter?
Quando riprenderò il lavoro, sarà meglio affidare il mio bambino ai nonni o alla baby-sitter? Il consiglio della psicologa.

Quiz della settimana

I lattanti che assumono latte materno hanno un minor rischio di contrarre:
Otiti
Gastroenteriti
Polmoniti
Tutte le risposte sono esatte