ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

tutte le risposte dei nostri specialisti

Rifiuta i cibi solidi

Il mio bambino vomita e rifiuta i cibi solidi. Da piccolo aveva la stenosi del piloro, ma adesso continua a vomitare a getto. I consigli del Pediatra.

a cura di: Dott. Giuseppe Varrasi (pediatra)

Il mio bimbo ha sofferto di stenosi del piloro ed è stato operato a 40 giorni. Quello che vorrei sapere è se è abbastanza normale che questi bimbi che hanno subito l'operazione continuino negli anni successivi a vomitare "a getto" molto frequentemente come è successo al mio bambino. Il mio bimbo, che oggi ha quattro anni e mezzo, ha continuato a vomitare prima quotidianamente poi due o tre volte alla settimana fino all'età di 3 anni. E fino a 3 anni non è riuscito a masticare, perché l'inghiottimento di un boccone solido gli ha comportato sempre enormi difficoltà (tosse prima e vomito a getto poi). Escluse tutte le comuni allergie, siamo arrivati alla conclusione che il problema del mio bimbo sia più di carattere psicologico che fisico. Infatti il bimbo, nato piccolo e cresciuto pochissimo nei primi mesi di vita a causa della stenosi del piloro (a tre mesi pesava appena 3 Kg) è sempre stato molto sottopeso ed io l'ho sempre forzato molto, incoraggiata dal Pediatra, ad ingoiare dei papponi frullati con passato di verdure carne o pesce e pastina. D'altro canto lui si è sempre rifiutato di assaggiare e mordere qualunque tipo di frutta, dolce o gelato ed io non ho mai saputo bene come comportarmi con lui e come fare a farlo crescere. La mia difficoltà è sempre stata quella di capire quanto il suo vomito fosse dovuto a cause fisiche e quanto a cause psicologiche. Sono comunque certa che nei mesi successivi all'operazione il bimbo vomitasse per cause fisiche e mi piacerebbe saper se questo rientra nella norma. Inoltre vorrei sapere se bimbi con storie analoghe alla sua hanno mostrato comportamenti analoghi.

Credo proprio che il vomito di suo figlio sia diventata una "abitudine". A questo punto certamente non deve più temere nulla dalla stenosi pilorica e comunque è possibile (e non preoccupante) che nel periodo del lattante si assista a frequenti vomiti e rigurgiti. In presenza di una crescita soddisfacente, vanno accettati come un fastidioso rito, che prima o poi smetterà.

Temo piuttosto che adesso il bambino usi il vomito e il rifiuto del cibo solido come un'arma potente per ricattare le vostre paure. Ciò succede abbastanza spesso: una malattia che preoccupa (vomito, asma, laringite, convulsioni, ecc.) genera uno stato di ansia nella famiglia (=mamma), che il figlio coglie al volo e inizia a sfruttare sapientemente per tenere tutti in scacco.

Faccia un sereno esame di coscienza e decida di non concedergli più questo vantaggio: si spogli della sua paura riguardo a questo vomito e vedrà che anche il bambino smetterà di usarlo.

1/3/1999

9/12/2015

I commenti dei lettori

il mio bambino  più grande oggi ha quasi cinque anni, finchè non è andato all'asilo, ha mangiato solo pastina e frullato perchè qualsiasi briciola lo faceva vomitare a qualsiasi ora del giorno, io naturalmente ero fuori di me dalla rabbia e dal senso di colpa per non aver saputo evitare tutto questo. all'asilo ha cominciato a masticare e man mano ad avere episodi di vomito sempre meno frequenti; oggi mangia poco ma normale, io non insisto più di tanto perchè mangi perchè sono arrivata alla conclusione che forse ha solo lo stomaco piccolo e, comunque, quando ha fame mangia. Mi accontento dei suoi 16 chili e mezzo e cerco di vedere il lato positivo, meglio magro che obeso!

Elvira Marchianò (CS) 05/11/2010

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Campagna nazionale di educazione nutrizionale
Mangiar bene conviene per investire in salute.
Certificato di nascita e altri documenti dopo il parto
Appena nato e già alle prese con la burocrazia: certificato di nascita e altri documenti dopo il parto.
Latte per il neonato
Qual è la quantità corretta di latte per un neonato nei primissimi giorni di nascita? I consigli del Pediatra.
La medicazione del moncone ombelicale
Guida alla medicazione del cordone ombelicale: prima e dopo il distacco.
Non si stacca mai dal ciuccio e dalla sua coperta
Come posso rendere indipendente il mio bambino dal suo ciuccio e dalla sua coperta? I consigli della psicologa.

Quiz della settimana

I lattanti che assumono latte materno hanno un minor rischio di contrarre:
Otiti
Gastroenteriti
Polmoniti
Tutte le risposte sono esatte