ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Una cura per l'acne

L'acne è un disturbo tipico dell'età adolescenziale. E' facile da curare, ma nella maggior parte dei casi solo avvalendosi dell'aiuto di un buon dermatologo.

a cura di: Dott. Fabio Arcangeli (dermatologo)

Mio figlio soffre di una forma molto forte di acne. Ha 15 anni ed è molto giù perché a scuola lo prendono in giro. Il medico di famiglia ha consigliato di sottoporlo ad una cura con … [nome commerciale della isotretinoina], ma molti conoscenti me lo hanno sconsigliato dicendo che gli effetti collaterali potrebbero essere devastanti. Lei cosa mi consiglia? Ci sarebbero delle cure alternative prima di ricorrere a questo modo drastico?

L'acne è un disturbo molto frequente nell'età dello sviluppo, quando alcuni ormoni (androgeni), gli stessi che determinano le modificazioni più importanti di questo periodo di passaggio tra l'età infantile e quella giovanile, incrementano la loro attività e stimolano le ghiandole cutanee che producono il sebo, favorendo così la formazione dei comedoni (punti neri), delle microcisti e di tutte le lesioni che ne derivano: papule arrossate, pustole, cisti e noduli infiammatori.

Gli adolescenti che sviluppano un'acne infiammatoria insistente sono geneticamente predisposte a questo disturbo, che tuttavia si estingue solitamente nella maggioranza dei casi sul finire della pubertà. Generalmente le terapie, in ragione della spontanea regressione verso i 16-18 anni, sono finalizzate al contenimento del disturbo (ed anche alla prevenzione dei possibili esiti cicatriziali) avvalendosi di trattamenti locali (benzoil perossido, antibiotici locali, minociclina per via orale). Il ricorso al retinoide sistemico (Isotretinoina) viene riservato ai casi più gravi, a quelli che non rispondono ai trattamenti locali o con antibiotici per via orale, e ai casi che durano oltre i 17-18 anni.

L’Isotretinoina è un farmaco importante, difficile da usare (a causa soprattutto degli effetti indesiderati sulle mucose, soprattutto quelle labiali) e con qualche piccolo rischio di tossicità epatica. Si tratta di un farmaco che non può essere consigliato per posta (neppure telematica): occorre una valutazione specialistica preliminare e comunque un monitoraggio dermatologico. Il mio modesto consiglio è di rivolgersi ad uno specialista. L'acne è un disturbo facile da curare o comunque da gestire, ma nella maggior parte dei casi solo avvalendosi dell'aiuto di un buon dermatologo.

18/9/2000

19/10/2015

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Una cura per l'acne"

Dermatite neonatale
Il neonato spesso va incontro ad eruzioni cutanee di diverso tipo assolutamente normali e innocue.
Punti neri sulla fronte
La terapia da seguire per l'eliminazione dei punti neri sulla fronte.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Beve molto: non avrà il diabete?
Bere molto (si dice polidipsia) rappresenta effettivamente uno dei segni del diabete, ma normalmente non è però l'unico segno.
Infezione da Chlamydia nel neonato
Il neonato può infettarsi al momento della nascita durante il passaggio nel canale da parto.
Quando introdurre il glutine nello svezzamento
Il glutine deve essere introdotto nella dieta dello svezzamento del bambino dopo il sesto mese di vita.
Calmare il pianto del neonato
Il pianto del neonato è fatto apposta per non lasciare indifferenti. Non esistono neonati che mangiano, dormono e non piangono mai.
Che ruolo gioca il freddo nelle malattie da raffreddamento?
Il termine "raffreddore" ha ancora senso? La sola esposizione al freddo non può causare una malattia infettiva delle prime vie aeree.

Quiz della settimana

Come si corregge una ernia ombelicale del diametro di 2 cm in un bambino di sei mesi di età?
Applicandovi sopra un cerotto
Con un intervento chirurgico immediato
Entrambe le cose sono da fare
Non si deve fare nulla