ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

E' allergico alla alternaria

Due sono le terapie se si è allergici alla alternaria: una terapia preventiva e una desensibilizzante sublinguale.

a cura di: Dott. Renato Sambugaro (allergologo pediatra)

Mio figlio maschio di 10 anni soffre da cinque anni di una grave forma di allergia oculare all'alternaria che va da maggio fino ad ottobre e si manifesta con prurito agli occhi e arrossamento molto intenso. I colliri antistaminici sono blandi nel risultato, quelli al cortisone funzionano ma dopo una settimana bisogna sospenderli per il timore di effetti collaterali, le terapie sistemiche non hanno avuto nessun effetto: non esiste un terapia che sia efficace senza avere grossi rischi a livello oculare?

La terapia sintomatica praticata fino ad ora è corretta ed è quella che mediamente si attua in questi casi. Le alternative possono essere solamente due: una terapia preventiva, da attuare prima della stagionalità dell'alternaria con nedocromil sodico in collirio, lasciando ai periodi di maggiore acuzie la terapia sintomatica precedentemente segnalata o, in alternativa, visto che comunque anche se in misura minore il quadro è spesso accompagnato da rinite (si parla infatti di rino-congiuntivite) una terapia desensibilizzante sublinguale per l'alternaria, da iniziare prima di maggio e da mantenere durante la stagionalità (terapia pre-co-stagionale). L'accettabilità da parte del bambino è ottimale poiché si tratta di gocce incolori, inodori, insapori e notevolmente tollerate.

30/5/2000

30/9/2015

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "E' allergico alla alternaria"

Strizza gli occhi
Strizza spesso gli occhi e mi hanno consigliato un collirio, ma non migliora. Il parere dell'Oculista.
Orzaiolo
Da che cosa è causato l'orzaiolo? Come si cura?
Infezione da Chlamydia nel neonato
Il neonato può infettarsi al momento della nascita durante il passaggio nel canale da parto.
Vero e falso in oculistica
Una serie di risposte flash a domande frequenti in oculistica.
Congiuntivite nei bambini
La congiuntivite allergica è un'infezione oculare che arreca occhi molto rossi, secrezioni abbondanti. Ne soffrono molti bambini. Le cause e i rimedi.
Allergia all'alternaria
L'Alternaria è una muffa molto diffusa, che si sviluppa su carta da parati, tappeti, terriccio e foglie di piante ornamentali. Può provocare allergia.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Allattare quando riprende il ciclo?
La ripresa del ciclo non incide nell'allattamento. Sfatiamo alcune dicerie che talvolta capita di sentire.
Beclometasone dipropionato
Il principio farmacologico denominato beclometasone dipropionato appartiene alla classe dei farmaci corticosteroidi topici per uso inalatorio.
È troppo attaccata alla mamma
Il distacco dalla mamma è sempre un problema per ogni bambino. Ecco i consigli su come affrontare questo passaggio della vita.
Come si sviluppa la vista nei neonati
Cosa vede il neonato? Come si trasforma e si sviluppa la vista dei neonati nel primo anno di vita.
Il seno in gravidanza
Durante la gravidanza il seno si prepara per l'allattamento. Il seno diventa più sodo e più grosso.

Quiz della settimana

Che cosa fare in caso di perdita di sangue dal naso?
piegare la testa il piu' possibile all'indietro
comprimere la parte ossea del naso
riempire le narici di cotone per arrestare l'emorragia
nessuna delle risposte e' corretta