ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Balanopostite

La balanopostite è una infiammazione del glande (balano) e del prepuzio (poste) che inizia quando alcune gocce di urina rimangono intrappolate tra il glande ed il prepuzio.

a cura di: Dott.ssa Tiziana Candusso (pediatra)

Mio figlio di sette mesi è affetto da balanopostite. L'urologo che lo ha in cura ha prescritto una cura di antibiotici per via orale senza intervenire localmente. Vorrei sapere questa affezione può diventare ricorrente o se, una volta debellata l'infezione, non si manifesterà più.

La balanopostite è una infiammazione del glande (balano) e del prepuzio (poste) che inizia quando alcune gocce di urina rimangono intrappolate tra il glande ed il prepuzio. Intrappolata in questa zona è anche un'altra sostanza di aspetto simile al formaggio, chiamata "smegma", composta dalle secrezioni delle ghiandole sebacee e da cellule epiteliali desquamate.

In questa zona di piega lo smegma intriso di urina incomincia a macerare le superfici del glande e del prepuzio, che sono particolarmente delicate. Se non viene mantenuta una corretta igiene, la cute umida e macerata si infetta ed il glande e il prepuzio appaioni tesi, caldi, arrossati, edematosi e, alla fine, ricoperti di pus. Il bambino può presentare disuria (dolore ad urinare), pollachiuria (minzioni molto frequenti), talora associati anche ad aumento della temperatura corporea.

Tra gli agenti eziologici più comuni ricordiamo lo Staphylococco aureus, streptococchi del gruppo A e B, coliformi, Pseudomonas aeruginosa, Candida albicans e Trichomonas vaginalis. La balanopostite va trattata localmente con disinfettanti ed eventualmente anche per via generale con antibiotici per bocca.

La balanopostite può essere occasionale. ma, se ricorre frequentemente, il bambino dovrebbe essere sottoposto ad accertamenti quali test per intolleranza ai carboidrati o un'analisi delle urine data la frequente associazione della balanopostite con il diabete mellito.

1/2/1997

4/6/2016

I commenti dei lettori

salve..ho un bimbo di 3 anni e mezzo...anche lui ha avuto la balanopostite..il dottore del pronto soccorso gli ha prescritto un antibiotico (augmentin) per 8 giorni ogni 12 ore......sara' una cura giusta? visto che gli ha prescritto solo lo sciroppo e non una pomata? Grazie

giulio (MB) 28/12/2010

salve ho un bambino di 3 anni affetto da balanopostite abbiamo fatto una cura di antibiotico e acqua fisiologica nella zona con pomata dopo 2 mesi le aderenze che si sono formate, lentamente si stanno aprendo.devo continuare questa cura per 3 mesi spero che gli si apra del tutto. volevo avere qualche consiglio 

ida (PA) 18/01/2011

Salve, il mio bambino di 21 mesi presenta di nuovo una balanopostite avuta a gennaio 2011; l'urologo mi aveva consigliato l'applicazione locale del Gentalyn Crema e dei lavaggi con l'amuchina ed  il problema si risolse, ora provo di nuovo sperando che vada per il meglio...

Roberta (RM) 13/06/2011

Salve,il mio bimbo di 17 mesi da ieri ha avuto problemi al "pisellino" causati appunto da balanopostite, il dott.gli ha prescritto la cura con antibiotici (Bactrim), pomata (Gentalin) e suppostine (Lonarid). Il Bambino ha il glande gonfio, presenta un edema e ha delle secrezioni giallo/verdastre di pus. La mia paura piu' grande è che nn vorrei mai stessero sottovalutando il caso di mio figlio.

Cristina (LE) 26/02/2013

La fimosi ha "sempre" come conseguenza la balanopostite? e come si risolve la fimosi a 2 anni?

marilù 01/04/2013

Marilù, la balanopostite è una infezione che può essere favorita da una fimosi (ristrettezza del prepuzio), ma che certamente non è obbligatorio capiti e che può venire anche in assenza di fimosi.

Riguardo la seconda domanda, la fimosi a due anni... NON ESISTE! Tutti i bambini hanno la pelle attaccata appena nati ed essa si scolla negli anni: per parlare di fimosi bisogna aspettare ancora parecchio, per il momento è tutto secondo natura. Non forzare, non abbassare la pelle, non fare nulla.

Giuseppe Varrasi, Pediatra (BS) 01/04/2013

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Acetone
Acetone o chetosi: una situazione molto frequente in età pediatrica ed è dovuta ad un disturbo momentaneo del metabolismo del bambino.
Depressione post-partum
La depressione post-partum o depressione post-natale è un disturbo dell'umore che colpisce molte donne nel periodo immediatamente successivo al parto.
Neonato che dorme nel lettino
Non esistono controindicazioni a fare dormire un neonato da subito nel lettino. Può essere utile l'uso del riduttore per sentirsi più "contenuti".
Giocare a calcio a sei anni
Ci hanno sconsigliato di far giocare a calcio nostro figlio di 6 anni a causa della facilità con cui possono formarsi dei microtraumi alle ossa.
Nonni o baby-sitter?
Quando riprenderò il lavoro, sarà meglio affidare il mio bambino ai nonni o alla baby-sitter? Il consiglio della psicologa.

Quiz della settimana

I lattanti che assumono latte materno hanno un minor rischio di contrarre:
Otiti
Gastroenteriti
Polmoniti
Tutte le risposte sono esatte