ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Neonato dismaturo con deficit di crescita: quando ricupererà il pes0

Viene definito come dismaturo un neonato che è cresciuto poco in utero soprattutto per scarso apporto nutrizionale verso il termine della gravidanza.

a cura di: Dott. Ezio Sartori (pediatra)

Mia figlia di 15 mesi è lunga 73 cm, pesa 8,600 kg ed ha una circonferenza cranica di 47 cm. Alla nascita, con cesareo per placenta previa centrale in 38° settimana, era 45 cm, 2,500 kg, con una circonferenza cranica di 32 cm. È sempre stata bene ed il pediatra imputa la scarsa crescita alla "dismaturità", rassicurandomi che recupererà il deficit di crescita. Che significa dismaturità? Cosa mi devo aspettare e quali eventuali accertamenti è opportuno fare?

Gentile lettrice, viene definito come dismaturo un neonato che è cresciuto poco in utero soprattutto per scarso apporto nutrizionale verso il termine della gravidanza. Sono bambini sani che, non avendo avuto una adeguata nutrizione, crescono di meno nella fase finale della gravidanza, però hanno grandi capacità di recupero.

I bonsai possono rappresentare un valido esempio. Questi alberelli crescono poco perché vengono nutriti poco (poca terra, poco spazio, poca acqua, potature frequenti) però, se li mettiamo in terra, una quercia diventerà una albero maestoso perché ha conservato il suo patrimonio genetico e potrà manifestarlo al meglio una volta posta in adeguate condizioni di nutrizione (ovviamente una quercia identica che non ha subito le restrizioni imposte al bonsai potrà diventare un po' più grande). In questa situazione ovviamente non è necessario nessun accertamento. Cosa si deve aspettare? Quello che ha già: una bellissima bambina di 15 mesi che ogni giorno impara delle cose nuove, che le vuole bene, che gode di buona salute, che sarà felice di crescere insieme ai suoi genitori. La preoccupazione per le misure la lasci al suo pediatra che deve ovviamente occuparsi della crescita di sua figlia così come si occupa della sua salute.

9/2/2004

5/11/2015

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Analisi preventive per una bambina di un anno
Gli esami andrebbero prescritti non per controllare se una bimbina sta bene, ma per cercare conferma a seguito di un sospetto clinico fondato e motivato.
Bambini, adolescenti e social network
I social network sono uno strumento per favorire lo scambio di informazioni e la conoscenza reciproca. E' necessario un attento controllo da parte dei genitori.
Ittero del neonato o ittero neonatale
Ittero neonatale (del neonato): l'eccesso di bilirubina ha varie cause e conseguenze anche gravi, per cui si cura con la fototerapia.
Fecondazione: come avviene
Ecco come avviene la fecondazione: in una "gara" fra spermatozoi per la fecondazione dell'ovulo l'inizio della vita.
La crescita del bambino
Il pediatra, per controllare se la crescita e lo sviluppo procedono regolarmente, confronta le misure del bambino con tabelle standardizzate.

Quiz della settimana

Secondo il calendario vaccinale in vigore in Italia, il vaccino antipoliomielite:
viene somministrato per via intramuscolare
viene somministrato per via orale
viene somministrato prima per via intramuscolare e poi per via orale nei richiami successivi
non viene più somministrato perché la malattia è ormai scomparsa