ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Ha i denti macchiati di nero

I denti sono macchiati di nero a sedici mesi. Può dipendere da quello che mangia? La causa esatta è sconosciuta, ma è preferibile una visita dal dentista pediatrico.

a cura di: Dott. Gabriele Floria (odontoiatra, protesista dentale e specialista in ortognatodonzia)

La mia bimba di 16 mesi ha da qualche tempo i dentini macchiati di nero. Il pediatra dice che è colpa della saliva acida e l'unica cosa da fare è pulire i denti con una salvietta imbevuta di collutorio, operazione peraltro molto complessa visto il soggetto che la deve subire. Premetto che la bambina segue una alimentazione non particolarmente ricca di dolci e assume quasi tutte le sere il fluoro. Esiste qualche altra spiegazione e o qualche altro rimedio? Conviene portarla da un dentista?

La colorazione bruno nerastra dello smalto in prossimità del colletto dei denti (soprattutto dei decidui) a formare delle striature, è dovuta a dei microrganismi cromogeni assolutamente non patologici. La causa esatta non è conosciuta ma è frequentemente associata ad una bassa incidenza di carie, non è dovuta ad una saliva acida (anzi è probabile il contrario) e la pulizia con collutori è assolutamente inefficace trattandosi di una colorazione resistente.

La pulizia dei dentini è possibile con gli ultrasuoni in uno studio odontoiatrico (dai 5 anni in poi), ed è consigliabile se rappresenta un problema estetico ma è necessario sapere che si riformerà rapidamente. L'assunzione di fluoro tutte le sere è pratica sbagliata e non necessaria in condizioni normali. Per maggiori rassicurazioni può far visitare la bambina ad un collega pedodontista (dentista pediatrico).

1/2/1999

28/12/2013

I commenti dei lettori

salve ho 28 anni e anche io da bambino avevo quella strana patina nera nei denti,i miei erano un po preoccupati ma come nel caso di tua figlia il pediatra disse a mia madre che era colpa della saliva acida. Ti posso dire che appena caduti i primi denti e ricresciuti gli altri le macchie sono scomparse,ti diro di piu ho ancora tutti i miei denti al mio posto, e credo sia merito un po al grado piu elevato di saliva acida che nn aiuta di alla proliferazione batterica

Carmelo (CT) 04/12/2010

Anche io da piccola ho avuto questo problema, ai tempi era stata data la colpa alle medicine che prendevo per l'asma, ma con i denti definitivi il problema si è piano piano risolto da solo. Confermo il fatto che non ho mai avuto grossi problemi di carie. E adesso il mio bimbo di 22 mesi presenta lo stesso problema.

Michela (GE) 14/02/2011

Anche la mia bimba (5 anni) ha questo problema da circa 1 anno.  dopo avere chiesto rassicurazioni al nostro dentista pediatrico di fiducia. Su consiglio del ns dentista pediatrico di fiducia, abbiamo risolto lavandole i denti , alla sera, col dentifricio sbiancante che usiamo noi... In effetti il risultato è che le macchie si sono ridotte molto, ma bisogna utilizzarlo in maniera continuativa. Cristina

cristina 25/04/2012

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Incontinenza sfinterica
Incontinenza sfinterica può intendersi come incontinenza fecale (encopresi) o urinaria (enuresi).
Laringomalacia
La laringomalacia è un disturbo congenito della laringe caratterizzato da uno stridore inspiratorio e da un'ostruzione delle vie aeree.
Una cistografia senza catetere
La Cisto-scintigrafia indiretta si differenzia dalla diretta per la mancata introduzione di un catetere "direttamente" in vescica.
Maschio o femmina? Il sesso del nascituro
Maschio o femmina? A quasi tutti i futuri genitori capita di provare una certa curiosità di sapere, forse per prepararsi meglio psicologicamente all'incontro.
Sindrome di Poland
La sindrome di Poland è una malattia rara che è caratterizzata da anomalie unilaterali che colpiscono i muscoli del torace o di un arto superiore.

Quiz della settimana

Qual e' un sinonimo di "globuli rossi"?
Eosinofili
Eritrociti
Leucociti
Monociti