ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Helicobacter

La diagnosi di infezione da Helicobacter dovrebbe essere fatta istologicamente, ricercando la presenza di questo batterio nei campioni prelevati con la biopsia della mucosa dello stomaco.

a cura di: Dott. Saverio Mirabassi (pediatra)

Avendo un bambino Hp positivo quindi Helicobacter positivo pylori è consigliabile la gastroscopia? Una piccola perdita di sangue nelle feci può presagire una gastrite?

Prima di tutto un inquadramento:  l'infezione da Helicobacter pylori (HP) è piuttosto diffusa nell'essere umano; i bambini realmente infettati da Hp sviluppano una gastrite attiva cronica, ma sono spesso senza sintomi. Possono però ovviamente avere dei sintomi, ancorchè vaghi, quali dolore addominale o vomito, ma anche, seppure meno frequentemente, una anemia da carenza di ferro che non risponde bene alla terapia o un ritardo di crescita.

La diagnosi di infezione da Hp dovrebbe essere fatta istologicamente, ricercando ed evidenziando la presenza di questo batterio nei campioni prelevati con la biopsia della mucosa dello stomaco. Gli esami del sangue (test sierologici) possono essere di aiuto nello screening per individuare i bambini infetti. 

Altri esami non invasivi e fattibili, sempre però con le dovute precauzioni di interpretazione e di "peso/importanza" della risposta, sono il "breath test" e  la ricerca per l'antigene fecale di Hp: resta comunque fortemente consigliato, in caso di un bambino con sospetta infezione da H. pylori, di eseguire l'endoscopia/gastroscopia, proprio al fine di avere una diagnosi incontrovertibile.

In caso di riscontro positivo del batterio sui campioni bioptici è da proporsi la terapia eradicante anche per i bambini, che ha varia possibilità di successo: dal 70 al 90% con una triplice terapia protratta per 4 - 6 settimane.

La presenza di sangue nelle feci è logicamente attribuibile all'infezione da H pylori, ma vanno contestualmente ricercate ed eventualmente escluse altre cause concomitanti di anemia. La gastrite non va ipotizzata perchè c'è  presenza di sangue nelle feci: essa (la gastrite) è "parte integrante" dell'infezione, anche asintomatica, da parte di Helicobacter pylori.

7/9/2010

25/7/2016

I commenti dei lettori

Mi domando veramente se sono necessarie 4/6 settimane di terapia. Tanto più che un bambino di 4 anni tende a rifiutare ogni tipo di medicina. Almeno il mio. E' una situazione al limite e mi domando come ci si può comportare. E' poco plausibile una dacisione di stand-by oppure la terapia va fatta comunque, con o senza i sintomi? Ci sono molti pareri discordanti su cui noi genitori troviamo solo disorientamento. Grazie per la risposta.

Daniele (RM) 14/02/2011

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Helicobacter"

Helicobacter Pylori
Mio figlio avrà l'ulcera? E' contagiosa per il resto della famiglia?
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Allattamento al seno: quali vantaggi?
L'allattamento al seno rappresenta in assoluto il miglior tipo di alimentazione per il bambino nei suoi primi mesi di vita.
I disturbi del sonno nei neonati e nei bambini
Disturbi del sonno nei neonati: si svegliano parecchie volte di notte. Come facilitare il sonno nei bambini: i consigli del Pediatra.
Sindrome di West
La sindrome di West è una malattia epilettica con esordio nel 1° anno di vita, caratterizzata dalla presenza di spasmi epilettici.
Allattamento artificiale: come faccio a fargli accettare il biberon?
Consigli per far accettare il biberon in corso di allattamento artificiale.
Incompatibilità da RH in gravidanza
L'identificazione del gruppo sanguigno e del fattore Rh deve essere sempre fatta all'inizio della gravidanza per tutelare la salute fetale.

Quiz della settimana

Che cosa significa la parola astenia?
Essere privo di forza
Altezza al di sotto della media
Carenza di vitamine
Sonnolenza