ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Un portatore di talassemia

I "portatori sani" di talassemia sono da considerare soggetti del tutto normali. Solo in questi casi particolari i portatori sani devono essere sottoposti a trattamenti specifici.

a cura di: Dott. Maurizio Aricò (oncoematologo pediatra)

Da una analisi del sangue abbiamo saputo che nostro figlio è portatore di talassemia; nessuna sorpresa, ce lo aspettavamo poiché anche mio marito (e a ritroso anche mio suocero) è portatore microcitemico (N.d.R.: la microcitemia è la presenza di globuli rossi anormali, di dimensioni inferiori alla media). Il nostro medico di famiglia suggerisce a mio marito di fare costantemente dei cicli di integratori o ricostituenti poiché i microcitemici tendono ad avere alcune carenze. È vero? Devo fare la stessa cosa con mio figlio che ora ha tre anni? In effetti dalle analisi risulta leggermente carente di ferro. È vero che il ferro a questi soggetti va somministrato in modo diverso poiché tendono non a metabolizzarlo ma a sedimentarlo affaticando il fegato? Insomma, che genere di "attenzioni" devo avere nei riguardi del piccolo?

I "portatori sani" come spesso definiamo i soggetti eterozigoti, di talassemia sono da considerare soggetti del tutto normali. In rare occasioni questo tratto si associa ad altre caratteristiche che possono limitare la capacità di produrre globuli rossi normali. Solo in questi casi particolari i portatori sani devono essere sottoposti a trattamenti specifici. Se i valori di emoglobina di suo figlio sono normali le suggerirei di non fare assolutamente nulla. Se i valori sono medio - bassi, vale la pena di fare una indagine accurata, una sola volta nella vita, per stabilire il suo assetto. Non si preoccupi: questa caratteristica, come lei stessa racconta, fa parte della popolazione italiana e non deve crearle nessuna ansia.

4/7/2002

29/9/2015

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Un portatore di talassemia"

Globuli rossi piccoli
I globuli rossi più piccoli del normale possono dipendere da una carenza di ferro.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Allattare quando riprende il ciclo?
La ripresa del ciclo non incide nell'allattamento. Sfatiamo alcune dicerie che talvolta capita di sentire.
Beclometasone dipropionato
Il principio farmacologico denominato beclometasone dipropionato appartiene alla classe dei farmaci corticosteroidi topici per uso inalatorio.
È troppo attaccata alla mamma
Il distacco dalla mamma è sempre un problema per ogni bambino. Ecco i consigli su come affrontare questo passaggio della vita.
Come si sviluppa la vista nei neonati
Cosa vede il neonato? Come si trasforma e si sviluppa la vista dei neonati nel primo anno di vita.
Il seno in gravidanza
Durante la gravidanza il seno si prepara per l'allattamento. Il seno diventa più sodo e più grosso.

Quiz della settimana

Che cosa fare in caso di perdita di sangue dal naso?
piegare la testa il piu' possibile all'indietro
comprimere la parte ossea del naso
riempire le narici di cotone per arrestare l'emorragia
nessuna delle risposte e' corretta