ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Rottura di un dente

I consigli da seguire in caso in caso di rottura di un dente. Il bambino va portato subito in un centro specializzato con il frammento del dente.

a cura di: Dott. Giovanni Delitala (odontoiatra)

Mio figlio di circa otto anni, in seguito ad un banale incidente scolastico, si è spezzato l'incisivo superiore sinistro perdendone circa i due terzi. Ora, visto che le maestre sono riuscite a recuperare il pezzo mancante, vorrei sapere se, trattandosi di un dente definitivo, è possibile reimpiantarlo o se esistono comunque altre tecniche in questo campo.

Questo tipo di trauma è classificato come il più grave. Il bimbo deve essere tranquillizzato e portato al più presto in un centro odontoiatrico pubblico o privato con il frammento, che può venir immerso nella sua stessa saliva o in soluzione fisiologica o nel latte. Va fatta immediatamente un esame radiologico periapicale e una sicura diagnosi. Generalmente il reimpianto è possibile solo quando l'intero dente è avulso.

E' altresì importante assicurarsi della vitalità, mobilita e status degli altri denti, dei tessuti parodontali e dei tessuti molli. Perciò occorre tranquillizzarsi ed andare subito in un centro odontoiatrico.

21/3/2001

18/3/2013

X

Sai che puoi avere tutti i giorni un consiglio del Pediatra? Iscriviti gratis alle nostre Newsletter!

Tutti i giorni le Pillole di Pediatria, un consiglio del Pediatra sulla salute del tuo bambino, su misura per la sua età. E se sei in attesa, 9mesi è la newsletter che ti accompagnerà per tutta la gravidanza, settimana dopo settimana.
Scrivi qui sotto la tua email e clicca su OK!

I commenti dei lettori

Sono la mamma di una bambina di quasi 9anni,a cui ho scoperto da poco una carie nello spazio tra due denti che tra poco tempo dovra' cambiare.Non le provocano alcun fastidio, ma mi e' stato consigliato comunque di curarli.Ha senso curare due denti da latte che tra pochi mesi potrebbero cadere entrambi?A parte il costo,e' necessario sottoporla allo stress del dentista,visto che le uniche volte che e' stata dal dentista e' stato a causa del fatto che alcuni denti da latte non cadevano da soli,e quindi e' stato necessario estrarli,pertanto il suo rapporto con il dentista e' piuttosto problematico.Grazie a chiunque voglia rispondermi

TIZIANA (RM) 30/07/2012

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Rottura di un dente"

Togliere quattro premolari
Mi consigliano di togliere quattro premolari per mancanza di spazio. E' giusto togliere dei denti sani? I consigli dell'odontoiatra.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Bambini con difficoltà cognitive
Bisogna essere sempre fiduciosi che i nostri figli possano migliorare le proprie capacità cognitive e dare di più di quello che crediamo.
I dentini
Quando spuntano i primi dentini? Quali sono i “fastidi” legati alla comparsa dei dentini? Bisogna avere cura dei denti da latte? I consigli del Pediatra.
Zecche
Le zecche sono parassiti che possono causare un processo infiammatorio locale nella sede della puntura.
Allattamento artificiale del neonato: dosi, orari e quantità
Allattamento artificiale del neonato: le schede della Associazione per la Ricerca in Pediatria.
Ipermetropia fisiologica
In condizioni fisiologiche un bimbo nasce ipermetrope di circa 3 diottrie. Crescendo anche l'occhio cresce e normalmente questo difetto viene ad annullarsi.

Quiz della settimana

Nel sospetto di scarlattina, qual è il test più utile per la diagnosi?
Emocromo
TASL (titolo anti-streptolisinico)
Tampone faringeo
Esame urine