ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Stenosi congenita dei canali lacrimali

I suoi occhi continuano a lacrimare malgrado sia stato sottoposto a sondaggio delle vie lacrimali. La stenosi congenita si risolverà spontaneamente?

a cura di: Dott.ssa Paola Danzi (oculista)

Sono la mamma di un bimbo di cinque anni affetto da stenosi congenita delle vie lacrimali ad entrambi gli occhi. Circa due anni fa è stato sottoposto a sondaggio delle vie lacrimali, ma l'intervento non è riuscito nel senso che gli occhietti continuano a lacrimare. C'è la possibilità  che con la crescita il problema possa risolversi spontaneamente?

Purtroppo non è possibile che un problema di stenosi congenita delle vie lacrimali si risolva spontaneamente. Se già  il precedente tentativo di sondaggio non ha dato risultati e continua ad essere presente epifora (lacrimazione), l'unica soluzione è l'intervento chirurgico di dacriocistirinostomia, che generalmente viene eseguito dai colleghi otoronolaringoiatri pediatri.
 

7/9/2010

23/10/2017

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Stenosi congenita dei canali lacrimali"

Epifora: gli lacrima sempre l'occhio
Epifora è dovuta a un restringimento del puntino lacrimale, del canalino lacrimale o del dotto naso-lacrimale. Le cause e le soluzioni.
Dacriocistite
La dacriocistite è un'infiammazione del sacco lacrimale. In alcuni casi è necessario l'intervento.
Canalicoli naso-lacrimali
Mio figlio ha eseguito il lavaggio dei canali lacrimali ma il problema non si è risolto.
Disostruire il canale del deflusso lacrimale
E' pericolosa per un neonato l'anestesia totale per disostruire il canale del deflusso lacrimale? Il parere dell'esperto.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Cambiare casa: è importante far partecipare il bambino
Cambiare casa: è importante far partecipare il bambino. I consigli della psicologa.
Lo svezzamento dopo il sesto mese
Dal sesto mese di vita compiuto si può iniziare lo svezzamento, cioè l'integrazione di cibi solidi e semisolidi.
Togliere o no i denti da latte?
E' necessario rivolgersi all'ortodonzista che è in gradi di valutare se è necessaria l'estrazione del dente da latte.
Cisti smegmatiche
Le cisti smegmatiche sono piccole sacche di grasso sotto la pelle del prepuzio che si risolvono da sole.
Pressione bassa nel bambino
Mio figlio di 10 anni soffre di pressione bassa. Da che cosa può dipendere? Se l'alimentazione è varia, non sono necessari gli integratori.

Quiz della settimana

Secondo il calendario vaccinale in vigore in Italia, il vaccino antipoliomielite:
viene somministrato per via intramuscolare
viene somministrato per via orale
viene somministrato prima per via intramuscolare e poi per via orale nei richiami successivi
non viene più somministrato perché la malattia è ormai scomparsa