ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Saperne di più

approfondire insieme al Pediatra

Vitamine nella convalescenza da una malattia

E' noto che, quando si è convalescenti da una malattia più o meno grave e/o più o meno lunga, l'appetito si riduce notevolmente e ci si sente deboli. I più vulnerabili sono i bambini.

a cura di: Dott. Guido Vertua (pediatra)

E' noto che, quando si è convalescenti da una malattia più o meno grave e/o più o meno lunga, l'appetito si riduce notevolmente, ci si sente deboli, spesso si avverte un malessere generale e uno stato di affaticamento.

I più vulnerabili sono i bambini e gli anziani: i primi perché provvisti di un sistema immunitario ancora immaturo e i secondi perché presentano difese immunitarie meno attive. Di conseguenza, le loro riserve energetiche e la loro capacità di recupero sono più limitate rispetto all’adulto.

Oltre a ciò l'assunzione di varie terapie farmacologiche, in particolare gli antibiotici, può frequentemente condurre ad un'alterazione della fisiologica microflora intestinale. Il nostro apparato digestivo contiene infatti centinaia di organismi vitali che costituiscono un vero e proprio ecosistema, essenziale non solo per il buon funzionamento dell’intestino, ma anche per fortificare le difese naturali dell’organismo nei confronti di batteri e germi patogeni.

Questa flora intestinale è fondamentale per la produzione di diversi tipi di vitamine ed una sua modificazione, per effetto della terapia antibiotica può portare ad una situazione di carenza più o meno accentuata.

Ma è in particolare l'inappetenza che, soprattutto se prolungata, può spesso condurre ad una diminuita assunzione di vari nutrienti (quali proteine, carboidrati, grassi) e anche di vitamine e sali minerali.

E' questo il motivo per cui, per ritrovare la forma dopo una convalescenza, può essere indicata l'assunzione di integratori alimentari a base di vitamine e sali minerali.

14/9/2009

16/6/2016

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Craniostenosi
Con il termine di craniostenosi si intende una malformazione del cranio dovuta ad un’alterazione dell'ossificazione.
I disturbi del sonno
I disturbi del sonno: quando il bambino ha paura di addormentarsi da solo.
Sottopeso
Mia figlia di 15 mesi mangia regolarmente, è una bambina molto attiva, ma è sottopeso. La pediatra dice che l'importante che stia bene.
Giorni fertili: in quali giorni del ciclo mestruale è più probabile rimanere incinta?
In quali giorni fertili del ciclo mestruale è più probabile rimanere incinta. Come calcolare la data dell'ovulazione.
Lo svezzamento dopo il sesto mese
Dal sesto mese di vita compiuto si può iniziare lo svezzamento, cioè l'integrazione di cibi solidi e semisolidi.

Quiz della settimana

Quale fra le seguenti affermazioni sulle caratteristiche del latte materno è più corretta?
Il latte materno ha caratteristiche nutritive che variano durante le varie ore della giornata
Il latte materno normalmente non ha necessità di essere analizzato in laboratorio
Il latte materno ha una composizione che varia durante la poppata
Tutte le precedenti risposte sono esatte