ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Viaggia con noi

la tua vacanza felice con MAMMAePAPA.it

Asinomania

A Introdacqua (L'Aquila) c'è Asinomania, una singolare agenzia matrimoniale.

a cura di: Stefania Gonzales

A Introdacqua (L'Aquila) c'è Asinomania, una singolare agenzia matrimoniale: si tratta, infatti, di un centro per la riproduzione (anche in rete: http://www.asinomania.com/main.asp) degli asini, animali a rischio di estinzione. L'idea l'ha avuta Eugenio Milonis, zoofilo e psicologo romano, che ha trasformato la sua tenuta di oltre 3 mila ettari in centro dedicato agli asinelli. Ma non solo: l'azienda fa parte del circuito delle fattorie didattiche, vere e proprie scuole all'aperto sorte per insegnare l'agricoltura e l'allevamento ai bambini direttamente sul posto. L'azienda ha stalle, recinzioni, depositi; si coltivano, con metodo biologico, ortaggi, frutta e seminativi. E, oltre all'allevamento degli asini, si lavora il latte di asina a scopo pediatrico (questo latte, rarissimo, è quello, in natura, più simile a quello della donna). I bambini possono vedere da vicino e toccare gli asinelli e conoscere le loro caratteristiche e particolarità; imparano a usare striglia e spazzola, così come a mettere cavezza e sella. Chi lo desidera potrà cavalcare gli asinelli (con assistenza). In azienda c'è anche un forno per la cottura dell'argilla: i bambini possono manipolarla e plasmarla a seconda della loro fantasia e quindi a portare a casa i loro lavori.

Notizie utili

Le fattorie didattiche sono un'iniziativa della Cia (Confederazione Italiana Agricoltori) inserita in un più ampio programma volto a costruire un rapporto tra agricoltori e consumatori. Presso le aziende agricole italiane opportunamente attrezzate per accogliere bambini e ragazzi, essi possono imparare come si ottiene un alimento tipico, conoscere le diverse tecniche agricole e di allevamento, capire la cultura e la storia della campagna.

Per informazioni: Cia, via Mariano Fortuny, 20 - Roma, tel. 06.326.871;
e-mail: info@scuolainfattoria.it; www.scuolainfattoria.it.

 

16/9/2009

16/9/2009

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Bendaggio dell'occhio
Il trattamento per l'ambliopia prevede il bendaggio dell'occhio, cioè la copertura dell’occhio sano con un cerotto o bendaggio per riattivare "quello pigro".
Il bagnetto del neonato
Il bagnetto del neonato è un rituale che può sembrare complicato all'inizio, ma poi diventa un bel momento di gioco. Come comportarsi.
Le fiabe e il mondo emotivo dei bambini
La lettura delle fiabe, dei racconti o delle poesie diventa la via maestra per entrare in contatto con il mondo emotivo dei propri figli.
Cardiopatia e sport
Quali tipi di sport può praticare un bambino che soffre di una lieve cardiopatia? Il parere del medico sportivo.
Le principali tappe dello sviluppo del bambino
Le principali tappe dello sviluppo neuro-motorio e cognitivo del bambino da 2 a 12 mesi.

Quiz della settimana

Secondo il calendario vaccinale in vigore in Italia, il vaccino antipoliomielite:
viene somministrato per via intramuscolare
viene somministrato per via orale
viene somministrato prima per via intramuscolare e poi per via orale nei richiami successivi
non viene più somministrato perché la malattia è ormai scomparsa