ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Viaggia con noi

la tua vacanza felice con MAMMAePAPA.it

Pisa

La Piazza dei Miracoli è il centro artistico e turistico più importante di Pisa ed è annoverata fra i Patrimoni dell'Umanità dall' UNESCO dal 1987.

a cura di: Stefania Gonzales

La Torre di Pisa praticamente è nata pendente. Cedimento del terreno o pesantezza del monumento, fatto sta che già nel 1179-80, sei anni dopo l'inizio dei lavori, incominciò la sua lenta discesa.
Bonanno Pisano, il padre della torre, morì prima di averla terminata ed essa rimase incompiuta per molto tempo. Un secolo dopo, cercò di raddrizzarla Giovanni di Simone, l'autore del Camposanto, ma con scarsi risultati. Venne terminata a metà del Trecento da Tommaso Pisano che aggiunse la cella campanaria. Finalmente il Duomo aveva la sua torre, anche se un po' particolare, pendente com'era…
Lunghi e difficili, resi particolarmente critici nel 1995, quando si prospetta lo spettro del crollo. Poi, il miracolo: la torre smette di inclinarsi e, millimetro per millimetro, comincia a raddrizzarsi fino a 40 centimetri, secondo gli esperti, quel tanto che basta per scongiurarne la caduta. Ma a occhio nudo continua inesorabilmente a essere pendente e a richiamare i turisti di tutto il mondo. Vale la pena farla vedere anche ai vostri bambini che la troveranno buffa; e i più grandini potranno anche salirvi, ammirando Pisa e la piazza dei Miracoli dall'alto. 
La torre, da sempre simbolo di Pisa, si affaccia proprio su questa famosissima e fantastica piazza nascendo con la funzione di dare le campane al Duomo. Capolavoro del romanico pisano, con influenze bizantineggianti, la cattedrale è un maestoso edificio ricco di opere d'arte progettato e costruito nel periodo più glorioso delle Repubbliche Marinare. Di fronte a esso, è il Battistero, dedicato a San Giovanni Battista, edificio a pianta circolare con al centro la vasca battesimale. L'altare, circondato da un coro ligneo con transenne in marmo, si trova su un pavimento a pietre rosse e nere. Sulla sinistra è il famoso pulpito di Nicola Pisano. Una curiosità da far notare ai vostri bambini è l'eco a tonalità diverse che otterrete facendo rumore davanti alla vasca battesimale. Sempre nella piazza dei Miracoli, sulla sinistra della cattedrale, si eleva il monumentale Camposanto in parte affrescato: iniziato nel 1278 su una preesistente area sepolcrale, sin dalle sue origini raccoglieva molti sarcofagi per lo più di epoca romana, ma soprattutto in epoca medievale e rinascimentale furono costruite tombe terragne (se ne contano circa 600) e, tra il XVIII e il XIX secolo, numerosi monumenti funebri. Nel 1800 il Camposanto assunse il significato di luogo delle memorie pisane raccogliendo marmi lavorati ed epigrafi provenienti da enti ecclesiastici. 
Infine, se dal passato volete rapidamente tornare al presente, andate al convento di Sant'Antonio, vicino a piazza Vittorio Emanuele, la cui parete è completamente ricoperta delle figure multicolori dell'americano Keith Haring.
 

15/9/2009

15/9/2009

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Bendaggio dell'occhio
Il trattamento per l'ambliopia prevede il bendaggio dell'occhio, cioè la copertura dell’occhio sano con un cerotto o bendaggio per riattivare "quello pigro".
Il bagnetto del neonato
Il bagnetto del neonato è un rituale che può sembrare complicato all'inizio, ma poi diventa un bel momento di gioco. Come comportarsi.
Le fiabe e il mondo emotivo dei bambini
La lettura delle fiabe, dei racconti o delle poesie diventa la via maestra per entrare in contatto con il mondo emotivo dei propri figli.
Cardiopatia e sport
Quali tipi di sport può praticare un bambino che soffre di una lieve cardiopatia? Il parere del medico sportivo.
Le principali tappe dello sviluppo del bambino
Le principali tappe dello sviluppo neuro-motorio e cognitivo del bambino da 2 a 12 mesi.

Quiz della settimana

Secondo il calendario vaccinale in vigore in Italia, il vaccino antipoliomielite:
viene somministrato per via intramuscolare
viene somministrato per via orale
viene somministrato prima per via intramuscolare e poi per via orale nei richiami successivi
non viene più somministrato perché la malattia è ormai scomparsa