L'esperto risponde

tutte le risposte dei nostri specialisti

Mezzi di trasporto in gravidanza

Viaggiare in gravidanza non è controindicato se vengono prese le dovute precauzioni per evitare che il viaggio sia troppo stancante. In gravidanza si possono usare tutti i mezzi di trasporto.

a cura di: Dott.ssa Donatella Bresciani (ginecologa), Prof. Silvano Zaglio (specialista in ostetricia e ginecologia - andrologia)

Viaggiare in gravidanza non è controindicato se vengono prese le dovute precauzioni per evitare che il viaggio sia troppo stancante. Auto, pullman, nave, treno o aereo non hanno controindicazioni oggettive, ma possono essere tollerati più o meno bene a seconda dello stato generale della viaggiatrice. Solo la motocicletta è veramente sconsigliata!

Alcuni mezzi di locomozione possono favorire  nausea e vomito, ma non è possibile utilizzare i normali prodotti antinausea. Dunque bisognerà prevedere questo disagio e limitarlo al massimo. Se il viaggio è molto lungo, è meglio poter prevedere qualche sosta; se la stagione è calda, è consigliabile viaggiare nelle ore più fresche; se si viaggia in treno, è meglio prenotare.

Importante è sapere che:

  • in tutte le principali stazioni ferroviarie esiste un Pronto Soccorso
  • sulle linee  navali pubbliche è sempre presente un medico a bordo
  • i regolamenti delle linee aeree limitano il trasporto di donne gravide: alcune richiedono un certificato medico che autorizzi la gestante a viaggiare se la gravidanza ha complicazioni, è gemellare o sia previsto il parto entro 4 settimane.

E’ importante prestare attenzione anche alla sicurezza in auto, soprattutto se si è al volante. L’uso delle cinture  di sicurezza è obbligatorio anche durante la gravidanza, ad eccezione del caso in cui il ginecologo certifichi che sia pericoloso per la salute della gestante e del bambino.