Età in mesi
Sviluppo Neuro-Motorio Sviluppo Cognitivo
2-3 A pancia in su, solleva la testa e la volge nei due lati. Presto scopre le mani e li guarda a lungo.
 

Fissa bene il volto della mamma (o di chi lo accudisce assiduamente) e segue con lo sguardo per brevi momenti. Afferra con tutte le dita “a pugno” i primi oggettini offertigli sul palmo delle mani.Sorride e reagisce di fronte a rumori forti ambientali.

 

4 Solleva bene la testa e la gira nei due lati anche a pancia in giù. Tenta di mettersi sul fianco quando si trova a pancia all’aria per cercare di afferrare
gli oggetti e, se è ben poggiato, incomincia a portarli alla bocca quale modo per conoscerli.
 
Inizia a localizzare i suoni e reagisce alla
voce della mamma. Risponde con semplici vocalizzi alla
voce di chi gli sta vicino e incomincia a sorridere e risponde anche agli stimoli ed al sorriso delle persone Scruta il viso di chi gli è vicino e gli oggetti che tiene in mano
 
 6 Messo a pancia in giù si appoggia bene sulle braccia, sollevando la testa e buona parte del tronco e riesce a passare dalla posizione prona a quella supina. La presa dell’oggetto è molto duratura e si assiste a qualche tentativo di passaggio da una mano all’altra.


 
Distingue i suoni più familiari anche se
lontani e cerca di imitarli anche in modo
ripetitivo. Davanti allo specchio reagisce con movimenti e suoni ripetuti (lallazione).
Lancia gridolini e si agita quando vede la pappa e ne accetta l’offerta con il cucchiaino.

 
 9 Posto a sedere nel passeggino o nel seggiolino rimane per lungo tempo muovendo liberamente le braccia e le gambe. Comincia a stare seduto senza appoggio per alcuni minuti. Inizia a strisciare e a gattonare (qualcuno sulla pancia, qualcuno tentando di strisciare seduto) . Afferra gli oggetti con due ditta. Riconosce bene gli oggetti che gli vengono
dati più spesso. Risponde agli ordini più semplici e incomincia a comprendere il significato del “no”. Pronuncia le sue prime parole e si volge quando è chiamato per nome.
E’ attirato dai cibi semisolidi che si porta
alla bocca con le mani e accetta gli alimenti offerti con il cucchiaino.
 
 10-12 Con un appoggio riesce a stare in piedi e accenna dei passi laterali. Successivamente con il sostegno di
una mano e anche da solo inizierà a camminare.
Insegue bene oggetti in movimento che lo interessano e capisce il senso delle parole più usate, soprattutto quando indicano oggetti a lui familiari. Dice “mamma” e “papà” e accenna qualche altra parola. Gioca con i vestitini e, se può, si sfila le calze. Inizia ad usare da solo il cucchiaino.

(Liberamente tratto da: BAMBINE e BAMBINI del MONDO GUIDA PER LE FAMIGLIE, Ministero della Salute)

Altro su: "Le principali tappe dello sviluppo del bambino"

Non parla ancora
Ritardo del linguaggio? A due anni non parla ancora, mentre dovrebbe già utilizzare parole o piccole frasi per comunicare.
Quando mangia si sbrodola tutta
Cosa fare aspettando che impari ad usare le posate per mangiare? Quando mangia si sbrodola tutta.
Tarda a parlare e camminare
Ogni bimbo ha i suoi tempi per iniziare a parlare e camminare, ma esistono dei limiti entro i quali il bimbo deve aver raggiunto una discreta autonomia.
Massaggio neonatale
La tecnica del massaggio neonatale serve per tranquillizzare e rilassare i neonati che hanno disturbi del sonno o facilità al pianto.
Sviluppo del linguaggio
Un bambino ha problemi di linguaggio quando per una qualunque causa presenti un ritardo significativo nella espressione e/o comprensione linguistica.
Neonati in piscina
L'età non è una controindicazione alla pratica del nuoto e della acquaticità. Anche i neonati possono andare in piscina.