Quali giochi proporle per non annoiarla Sono la mamma di una bambina di due anni sin troppo sveglia, oserei dire incontenibile. Ha un buon carattere ed é anche molto obbediente… non ho mai avuto quindi problemi con la disciplina e non ho mai dovuto alzare la voce... il mio problema é un altro: non so più che giochi fare per stimolare la sua crescita perché quelli adatti alla sua età la annoiano dopo pochissimo tempo (eppure non le manca la capacità di concentrazione quando una cosa la diverte). L'unica cosa che riusciamo a fare insieme é leggere... non si stanca mai di questo gioco! Mi date qualche consiglio?

Concordo con tua figlia nel ritenere noiosi i giocattoli che spesso si vedono in giro: io, che ho una particolare avversione per l'automazione e un'indefinibile sfiducia nei suoi buoni uffici, trovo irritanti, se non proprio stupidi, quegli aggeggi dove il massimo sforzo richiesto al bambino è premere un bottoncino che attiva qualche microchip (che produce rumori e musiche assordanti): nella mia esperienza, un bambino normalmente dotato si stanca presto, chi gli sta vicino ancora prima, il momento più atteso è senz'altro quando si rompe e ritorna finalmente la pace.

A parte queste considerazioni del tutto personali, ritengo che giochi così strutturati siano poco educativi: richiedono associazioni elementari e sono estremamente ripetitivi. Da un punto di vista cognitivo una bambina di due anni come la tua si sta avviando alla fase chiamata "operatorio - concreta": sta iniziando a strutturare i concetti di causalità, di tempo e di spazio, ma le associazioni logiche che riesce a fare sono ancora legate ad una percezione concreta della realtà.

E allora? Vanno benissimo tutte quelle attività che stimolano i nessi associativi, le connessioni logiche, le sequenze temporali. Personalmente ho un debole per i puzzle, per i giochi "taglia e incolla" (utilizza i numerosi depliant pubblicitari che certamente affolleranno anche la tua cassetta della posta, dai a tua figlia delle forbicine adatte e falle ritagliare soggetti a tema, per es. un pasto, che poi incollerà su un altro foglio), disegni, colori e collage. E soprattutto il domino: ne esistono di vari generi, di immagini, tattili, sagomati, li ritengo un sussidio molto utile e stimolante.

Se posso permettermi un consiglio su dove indirizzare la tua scelta: affidati ad editori specializzati per l'infanzia (tipo La Scuola Editrice) che, a fronte di costi modesti, offrono un'ampia gamma di prodotti validi, divertenti e molto stimolanti: sono sicura che sia tu che tua figlia resterete molto soddisfatte. Buon divertimento!!!

Altro su: "Quali giochi per non annoiarla?"

Genitori e figli giocano
Il gioco tra genitori e figli permette di migliorare la relazione familiare.
Filial Therapy
Secondo il modello terapeutico della Filial Therapy, il gioco è inteso come strumento di terapia, che permette di migliorare il rapporto genitori-figli.
Progetto "MiVoglioBene": gioco e movimento
Proponi al tuo bambini il movimento preferibilmente sotto forma di gioco e, se possibile, all'aria aperta.
Un po' di letteratura
Il gioco nella letteratura. Una poesia di Gianni Rodari ed un brano tratto dai "Miserabili" di Victor Hugo.
Vuole socializzare con i bambini più grandi, ma quasi sempre la allontanano
I bambini più grandi l'allontanano e la picchiano quando gioca con loro. Come posso aiutarlo? I consigli della psicologa.
I musei del gioco e del giocattolo
Ogni giocattolo è una rarità, creato dalla fantasia e dalla bravura delle mani esperte di artisti ed artigiani. Ecco un elenco di musei del gioco.