Sono troppo protettiva? Sono mamma di una bimba di cinque mesi e mi dicono che sono troppo attenta a rispondere prontamente alle sue esigenze: ad esempio non mi piace lasciarla piangere nemmeno un minuto, gioco molto con lei, la coccolo, rispetto gli orari del nutrimento e del sonno con grande precisione. Ad esempio, alcuni amici dicono che dovrei scarrozzarmela a cena fuori, lasciarla addormentare ovunque sia (fosse facile!) e poi riportarmela a casa senza sensi di colpa se dovesse risvegliarsi. Non me la sento di farlo, soprattutto perché mia figlia lotta col sonno costantemente e per me è importante che lei si assicuri un buon riposo. Che ne pensate?

Cara mamma, la tua bimba, a cinque mesi, conosce il mondo attraverso te, e da te riceve segnali emozionali ben precisi: se una situazione ti crea disagio, stai certa che tu glielo trasmetti e naturalmente lei reagirà a modo suo: piangendo, lamentandosi. Analogamente, se tu sei serena, la tua bimba lo sente e anche lei si sentirà serena. Conseguentemente, abbiamo un legittimo obiettivo - rilassarsi - che non viene raggiunto poiché la modalità scelta (andare fuori a cena) è per te inappropriata.

Ma il punto è, cara mamma, che tu hai bisogno di rilassarti. Per la tua stessa serenità, è fondamentale che tu riesca a organizzare la tua vita in modo tale da ritagliarti degli spazi tuoi, per il tuo divertimento e il tuo svago: hai bisogno di cominciare, poco per volta, ad accostare al tuo ruolo di mamma ruoli che, suppongo, hai lasciato da tempo: quello dell'amica, della donna, e anche dell'amante. Certo: il bambino ha bisogno della mamma, ma la mamma ha bisogno di un compagno.

Come fare? Naturalmente secondo il proprio temperamento: solitamente la ripresa del lavoro dopo i mesi di maternità aiuta molto la donna a riacquistare un equilibrio, come aiuta andare dal parrucchiere e dall'estetista, uscire a fare shopping, stare con gli amici. Certo bisognerà saper conciliare diverse esigenze: se andare fuori a cena ti crea tanti problemi invita i tuoi amici da te; se andare al cinema la sera è complicato puoi noleggiare una videocassetta. Qualsiasi cosa, cara mamma, che ti ricarichi: se non lo fai, prima o poi crollerai e invece hai bisogno di essere sempre adeguata per tua figlia.

Altro su: "Una mamma troppo protettiva?"

A scuola si agita nelle nuove situazioni
Quando la maestra spiega un argomento nuovo a scuola il bambino si agita, entra in confusione e non riesce a concentrarsi.
La mia bambina soffre di ansia
Fatica ad addormentarsi, ha tic nervosi e si mangia le unghie. Forse la mia bambina soffre di ansia. I rimedi per farla stare più serena.
Digrigna i denti
Il digrignare i denti in medicina si dice bruxismo. Molti bambini iniziano come movimento finalizzato a qualcosa che poi diventa abitudine consolidata.
L'ansia da scuola
L'ansia per la scuola si manifesta quasi sempre al momento del primo impatto con la vita di collettività, cioè a tre anni.