Mia figlia Caterina di quasi sei mesi da quando è nata non ha mai voluto saperne di ciuccio e biberon. Mangia ancora dal mio seno e, purtroppo lo usa anche come "ciuccio" per addormentarsi. Ne ho provati di tutti i modelli ma niente da fare. Per quanto andrà avanti questa storia? La cosa non mi pesa, ma mi domando cosa succederà quando non avrò più latte?

Lei, se potesse scegliere fra un oggetto di gomma e il seno della mamma, cosa sceglierebbe? La piccola non è stupida e ha fatto la scelta migliore. :-) Detto questo, problemi particolari non ce ne sono, fintanto che la mamma è disposta a fare da coccola alla figlia e fintanto che il latte dura.

L'alimentazione del lattante di questa età richiede almeno una minestrina (brodo vegetale, cereali, olio, parmigiano e carne) al giorno, ma per il resto della giornata il suo latte va benissimo (sempre tenendo d'occhio la crescita, ovviamente). Quando il latte non sarà più disponibile, la piccola sarà costretta a farsene una ragione. Protesterà non poco, ma alla fine si rassegnerà alla dura realtà. Ma per adesso, finché ce n'è ...

Altro su: "Non vuole il ciuccio"

Succhia il dito
Succhia il dito e non ha nessuna voglia di smettere. Il consiglio è di aspettare, lavorando sui premi piuttosto che sulle punizioni.
Quando togliere il ciuccio?
Solitamente il ciuccio viene spontaneamente abbandonato verso i due-tre anni di vita a mano a mano che il piccolo acquista fiducia in se stesso.
Consigli di puericultura per il neonato
Post parto e neonati: proponiamo alcuni consigli di puericultura per facilitarne il compito nei primi mesi di vita del neonato.
Succhia il dito
Succhia il dito. Lo fa maggiormente quando è stanco, malato o particolarmente teso. I consigli di come farlo smettere.
Il ciuccio per il neonato
Il ciuccio può essere utile per tranquillizzare il neonato, anche se, soprattutto nelle prime settimane, potrebbe ostacolare l'allattamento al seno.
Ciuccio e palato
Mio figlio di 20 mesi ha il palato deformato dal ciuccio. I consigli dell'esperto su quando toglierlo per non fargli deformare il palato.