Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Linfoadenite acuta

Per linfoadenite si intende l'infiammazione (dovuta ad un virus o ad un batterio) di una delle moltissime ghiandole linfatiche presenti nel nostro corpo.

a cura di: Dott. Rodolfo Varani (pediatra)

A mio figlio di tre anni è stata diagnosticata una linfoadenite acuta sinistra; volevo altre informazioni sulla malattia.

Per linfoadenite si intende l'infiammazione (per infezione virale o batterica) di una delle moltissime ghiandole linfatiche presenti nel nostro corpo. Il nostro corpo è disseminato di ghiandole linfatiche che hanno un compito paragonabile a dei piccoli distretti di difesa locale molto ben distribuiti.

Poiché dalla sua domanda non si capisce quale ghiandola sia affetta da questa infiammazione-infezione, immagino si riferisca ad una ghiandola del collo. Nella comunissima patologia pediatrica le linfoadeniti sono secondarie a delle infezioni localizzate nelle vicinanze della ghiandola o ghiandole interessate.

Per esempio nel caso di una tonsillite è quasi la regola che si trovino rigonfiate (infiammazione-infezione) le ghiandole angolo-mandibolari, così come nella rosolia c'è un interessamento delle ghiandole retro-auricolari e per una ferita ad una gamba possono rigonfiarsi ed infettarsi le ghiandole all'inguine.

Il fenomeno è, in genere, l'espressione che nelle vicinanze della ghiandola o delle ghiandole infiammate c'è o c'è stata una infezione e la ghiandola ha messo in atto dei meccanismi di difesa locali per bloccarla; per lo più si tratta di un rigonfiamento per infiammazione ed infezione, che regredisce o da sola o con cure antibiotiche.

Ai miei assistiti spiego che le ghiandole sono come delle stazioni dei carabinieri pronti ad intervenire ovunque c'è bisogno: quando si vedono 3 o 4 carabinieri con auto e palette varie... vuol dire che è successo qualche cosa.

Così pure se si gonfia una ghiandola sotto un orecchio... può essere successo che il bambino abbia o abbia avuto una otite recente. A volte basta una piccola ferita (un orecchino) per dare una linfoadenite sotto la mandibola anche di una certa importanza. Ovviamente, il rigonfiamento di una ghiandola (linfoadenite) non sempre è un segno di una infezione nella zona (linfoadenopatia satellite), ma può avere altri significati che non mi sembra il caso di elencare.

Altro su: "Linfoadenite acuta"

I linfonodi ingrossati
I linfonodi ingrossati possono essere un segno di mononucleosi infettiva, una malattia in cui il sistema linfatico.
Malattia da graffio di gatto
La malattia da graffio di gatto è una infezione causata da un microbo (la Bartonella) trasmesso dalle unghie del felino.
Timo ingrandito
Un timo normale, anche se molto ingrandito, non dà compressione e quindi non può causare disturbi alla deglutizione.
Ghiandole linfatiche ingrossate
Le ghiandole linfatiche sono strutture predisposte alla sorveglianza di eventuali infezioni. Solitamente non hanno bisogno di cura.
Mononucleosi infettiva
La mononucleosi infettiva è causata dal virus di Epstein-Barr (EBV) e si presenta con tonsille e linfonodi ingrossati.
Adenoidi e tonsille
Le tonsille e le adenoidi sono accumuli di tessuto linfatico, le prime situate in fondo alla gola le seconde nascoste nella parte posteriore della faringe.