Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Prick-test: i test cutanei per l'allergia

Il Prick test si esegue applicando sulla pelle alcune gocce di reagente e poi "grattando" delicatamente con una punta per farne penetrare una piccola quantità.

A mia figlia di 3 anni è stato eseguito il PRICK-TEST dopo pochi giorni da cure di cortisone per aerosol ([nome farmaco]). Da questo test è risultata una allergia alle graminacee, nonchè una sospetta allergia all'epitelio del cane. Chiedo cortesemente se il test può essere stato influenzato dalla cura sopra citata.

Il Prick-test è uno degli esami fondamentali per l'allergia. Si esegue applicando sulla pelle (di solito l'avambraccio) alcune gocce di reagente, una per ogni sostanza da provare, e poi "grattando" delicatamente con una punta per farne penetrare una piccola quantità. Se il bambino è allergico a quella sostanza, nel giro di qualche minuto compare un "pomfo", cioè una reazione pruriginosa rilevata simile ad una puntura d'insetto.

Questa reazione viene bloccata da alcuni farmaci, fra cui gli antistaminici e il cortisone. Il farmaco in questione è effettivamente un preparato che contiene un cortisonico (il beclometasone dipropionato); tuttavia la somministrazione per aerosol garantisce che solo una minima parte viene assorbita ed entra in circolo. Per questo motivo, la terapia con tale farmaco non interferisce con l'esecuzione del Prick-test; allo stesso modo, non interferisce neanche con eventuali vaccinazioni. Discorso diverso va fatto se il cortisone o gli antistaminici vengono dati per bocca: in questo caso è necessario far passare del tempo (da qualche giorno ad alcune settimane, a seconda del farmaco utilizzato) prima di eseguire il Prick-test. Per finire, va detto che, invece, le prove allergiche eseguite con prelievo di sangue (RAST) non subiscono nessuna interferenza da parte di farmaci e possono essere eseguite a prescindere da eventuali terapie.

Altro su: "Prick-test: i test cutanei per l'allergia"

Esami con risultati contraddittori
Si possono verificare con frequenza esami con risultati contraddittori di Rast e prick test con risultati contraddittori.
Allergico al lattice
Attualmente sono disponibili vari prodotti realizzati con materiali alternativi al lattice della gomma naturale.
La lingua a carta geografica
La lingua "a carta geografica" è spesso messa in relazione con l'allergia alimentare, ma nella maggior parte dei casi si tratta di un fenomeno costituzionale.
Interpretazione del Prist e del Rast
Prist e Rast sono due sigle utilizzate per individuare due esami effettuabili sul siero per individuare la presenza di elevati livelli di IgE.
Allergia alimentare
L'allergia alimentare tende a risolversi spontaneamente dopo il secondo anno di vita per cui, all'età di 10 anni, la frequenza è analoga a quella degli adulti.
Rast positivo per l'uovo
È allergica? Devo metterla a dieta? Ecco le risposte alle domande di alcuni genitori.