ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

tutte le risposte dei nostri specialisti

Circonferenza del cranio nel neonato

La circonferenza del cranio del neonato, soprattutto nel primo anno, ha un accrescimento che è parallelo all'accrescimento del cervello e quindi si può capire quanto sia importante il controllo.

a cura di: Dott. Rodolfo Varani (pediatra)

Ho notato che, nel primo anno di vita, la pediatra misura spesso la circonferenza cranica del bambino. Vorrei sapere lo scopo di questo. Il mio bambino ha nove mesi e la pediatra ha notato che ha la testa abbastanza grande, anche se a me non sembra. Come si fa a capire se la circonferenza è nella norma?

Il cranio del neonato e del lattante, soprattutto nel primo anno, ha un accrescimento che è parallelo all'accrescimento del cervello contenuto al suo interno e quindi si può capire quanto sia importante un accrescimento di troppo o un arresto dell'accrescimento nei primi periodi della vita in cui il cervello (ed il cranio) si accrescono velocemente.

Detto questo ha quindi molta importanza il controllo della circonferenza del cranio, che deve essere regolare per velocità di accrescimento e per dimensioni raggiunte in base all'età del bambino. Di conseguenza è importante, nei primi mesi di vita, la registrazione mensile della circonferenza cranica per osservare eventuali accelerazioni o decelerazioni della velocità di crescita della circonferenza cranica.

Vi sono ampi limiti di oscillazione (nella norma) della circonferenza cranica che possono dipendere da fattori ereditari (genitori con cranio grande possono avere figli con cranio grande e così pure quelli con cranio piccolo potranno avere figli somiglianti sia come circonferenza che come forma del cranio).

Tuttavia possono aversi dei casi patologici di accrescimento della circonferenza cranica (tumori cerebrali, idrocefalo, rachitismo) e casi patologici di blocco o ritardato accrescimento (craniostenosi, microcefalia ecc.). L'espressione "un cranio un pò grosso" della sua pediatra non significa affatto che il suo bambino abbia un problema. Per fare un esempio sono normali uomini alti 1.85 e 1.65 e sono rispettivamente al 90° e 10° percentile anche se quelli alti 1.85 sono un pò grossi e quelli 1.65 un pò piccoli.

Significa che su 100 uomini quelli al 90° percentile ne hanno 10 più alti di loro e 90 più bassi. Il contrario sarà per quelli più bassi, ma tutti nell'ambito della normalità. Vi sono delle curve di accrescimento della circonferenza cranica che in genere il bambino del primo anno segue e la sua pediatra, rilevando la circonferenza ad ogni controllo, potrà controllare eventuali anomalie di accrescimento (crescita troppo aumentata o arresti di crescita) che possono avere una certa importanza.

Anche qui il 5% dei bambini normali potrà collocarsi nella macrocefalia o nella microcefalia mentre tutti gli altri rientreranno tra questi due estremi.

30/5/2001

18/7/2016

I commenti dei lettori

ciao a tutti io sono molto preoccupata perche al mio bambino di 13 mesi a novrembre a smesso di crescere la testa e in più sono subentrate delle crisi epiletiche e hanno scoperto che ha l'emisfero sx più piccolo del destro ha bisogna partre dall'inizio che il bambino mi è nato con le suture già completamente calcificate cosa potrebbe essere?

francesca (MI) 25/03/2013

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Circonferenza del cranio nel neonato"

Ritardo psicomotorio in idrocefalo benigno
Ritardo psicomotorio in idrocefalo benigno. Conseguenze serie di una malattia grave.
La fontanella del neonato
Fino a quando la fontanella non si salda completamente, è necessario trattare con cautela ed attenzione la testa del bambino.
Idrocefalo
L'idrocefalo è una malattia in cui si ha un accumulo di liquido cefalo rachidiano a livello delle cavità del cervello.
Si puo' fare l'ecografia al cervello?
L'ecografia cerebrale per via transfontanellare è ormai una indagine abbastanza diffusa nei reparti di neonatologia.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Come si sviluppa la vista nei neonati
Cosa vede il neonato? Come si trasforma e si sviluppa la vista dei neonati nel primo anno di vita.
Il seno in gravidanza
Durante la gravidanza il seno si prepara per l'allattamento. Il seno diventa più sodo e più grosso.
Nevo acromico
Il nevo acromico è una alterazione circoscritta, solitamente congenita, della pigmentazione che si identifica con una chiazza di ipopigmentazione.
Cos’è la logopedia e che cosa fa?
La logopedia ha lo scopo di migliorare le possibilità comunicative del bambino.
L'alimentazione del neonato e del bambino piccolo
L'alimentazione dei neonati e del bambino piccolo: le indicazioni dei nostri esperti.

Quiz della settimana

Che cosa fare in caso di perdita di sangue dal naso?
piegare la testa il piu' possibile all'indietro
comprimere la parte ossea del naso
riempire le narici di cotone per arrestare l'emorragia
nessuna delle risposte e' corretta