ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

tutte le risposte dei nostri specialisti

Ferro al neonato

Nel neonato, il ferro è un componente importante dell'emoglobina, una sostanza presente nei globuli rossi e che ha la funzione di trasportare l'ossigeno a tutti i tessuti.

a cura di: Dott. Guido Vertua (pediatra)

La pediatra mi ha consigliato di somministrare al mio bambino a partire dai tre mesi del ferro in gocce. Fin dal primo giorno ho faticato non poco a fargliele prendere con il risultato che erano pi quelle che sputava che quelle che in realtà prendeva (ho provato in tutti i modi). Parlando con l'ostetrica che ha tenuto il corso pre-parto e in seguito il corso di massaggio per il bambino (che peraltro consiglio a tutte le mamme) mi ha detto che non necessario somministrare il ferro al bimbo, ma basta che io segua una dieta bilanciata e che siccome allatto al seno tutto ciò di cui il bambino ha bisogno lo prende dal mio latte. A chi dare retta?

Il ferro è un componente importante dell'emoglobina, una sostanza presente nei globuli rossi e che ha la funzione di trasportare l'ossigeno a tutti i tessuti. Se l'organismo manca di ferro, si verifica una riduzione dell'emoglobina e si realizza un'anemia, definita appunto da carenza di ferro. Nel lattante il fabbisogno di ferro è assai elevato a causa della sua rapida crescita in statura e in peso, che è a sua volta proporzionale all'accrescimento della sua massa sanguigna. La quota di ferro che ogni neonato possiede alla nascita ha una grande importanza e condiziona l'efficienza dell'eritropoiesi (cioè del processo di formazione dei globuli rossi) per tutto il primo biennio di vita.

La quantità di tale scorta è proporzionale alla durata della gravidanza e pertanto il bambino che nasce prematuro, se non adeguatamente trattato, andrà certamente incontro ad uno stato di carenza. In linea generale si può affermare che nei neonati che presentano un basso peso alla nascita e nei prematuri, il fabbisogno di ferro è più elevato che nei nati a termine e pertanto è sicuramente indicata una supplementazione, che va iniziata intorno al 3° mese di vita (quando ormai le riserve si sono esaurite), somministrando preparati a base di ferro per via orale. Nel bambino nato a termine, con un normale ritmo accrescitivo, la profilassi non è invece indicata. L'allattamento al seno protratto fino al 5°-6° mese di vita è la migliore prevenzione dell'anemia ferro-carenziale, in quanto garantisce un apporto di ferro e soprattutto una sua utilizzazione superiore a quella di tutti gli altri alimenti.

1/1/1997

20/7/2016

I commenti dei lettori

Il pediatra mi ha ocnsigliato di far assumere al mio bimbo di 13 mesi delle gocce di ferro perchè ha la ferritina molto bassa (10), mentre emoglobina, trasferrina ed ematocrito sono perfettamente nella media. Il problema è che come gli dò le gocce le vomita (non le sputa, le ingurgita e rigurgita subito dopo). Cosa ne pensa? Gli fanno lo stesso effetto le gocce di tachipirina che, in caso di febbre alta, devo diluire in abbondante latte o acqua e zucchero. Grazie

milena (UD) 25/11/2010

mio figlio di 1 anno cio ferritina 13,7 la norma e tra 25 a 380....poi globuli rossi 4,37 la norma e 4 a 5,2 quelli bianchi10,32 la norma 4 a 10...emoglobina 11,3 la norma 12 a 16....mcv 74,1 la norma 82 a 98.....rdv-sd 32,5 la norma 37 a 45.....sono in esaurimento totale

cristina (CE) 04/10/2012

Cristina, i valori che indichi sono sostanzialmente normali per un bambino di un anno! I parametri di riferimento riportati accanto agli esami di laboratorio spesso non tengono conto dell'età, per cui è facile prendersi paure ingiustificate. Senti il tuo Pediatra e vedrai che ti rassicurerà.

Giuseppe Varrasi, pediatra (BS) 04/10/2012

il mio bimbo di 1 anno mangia solo latte intero, yogurt e frutta.....per il troppo caldo..... ma il ferro ne assume ben poco....devo dargli delle gocce per integrare ferro o lo trovo in alcuni alimenti?

patrizia (BO) 02/08/2013

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Ferro al neonato"

La verdura nell'alimentazione del bambino
Le verdure vengono introdotte nell'alimentazione del bambino dall'inizio dello svezzamento. Qualche consiglio pratico.
Globuli rossi piccoli
I globuli rossi più piccoli del normale possono dipendere da una carenza di ferro.
Il ferro
Il ferro è un oligoelemento presente in due forme negli alimenti: il ferro emico e non emico. Carne e pesce sono le fonti principali di ferro.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Allattare quando riprende il ciclo?
La ripresa del ciclo non incide nell'allattamento. Sfatiamo alcune dicerie che talvolta capita di sentire.
Beclometasone dipropionato
Il principio farmacologico denominato beclometasone dipropionato appartiene alla classe dei farmaci corticosteroidi topici per uso inalatorio.
È troppo attaccata alla mamma
Il distacco dalla mamma è sempre un problema per ogni bambino. Ecco i consigli su come affrontare questo passaggio della vita.
Come si sviluppa la vista nei neonati
Cosa vede il neonato? Come si trasforma e si sviluppa la vista dei neonati nel primo anno di vita.
Il seno in gravidanza
Durante la gravidanza il seno si prepara per l'allattamento. Il seno diventa più sodo e più grosso.

Quiz della settimana

Che cosa fare in caso di perdita di sangue dal naso?
piegare la testa il piu' possibile all'indietro
comprimere la parte ossea del naso
riempire le narici di cotone per arrestare l'emorragia
nessuna delle risposte e' corretta