ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Saperne di più

approfondire insieme al Pediatra

La vitamina C o acido ascorbico

La vitamina C, chiamata anche acido ascorbico, abbondantemente presente nella frutta e nella verdura, è un elemento fondamentale per la vita e la salute. Le sue funzioni sono svariate.

a cura di: Dott. Massimo Generoso (pediatra)

La vitamina C è un elemento fondamentale per la vita e la salute.

Dove si trova

La vitamina C, chiamata anche acido ascorbico, è idrosolubile cioè si scioglie in acqua. E’ abbondantemente presente nella frutta (arance, limoni, pompelmi, kiwi, melone, ananas, frutti di bosco) e nella verdura (pomodori, peperoni, patate, cavolfiori, broccoli). Discrete quantità di questa vitamina vengono aggiunte come additivo antiossidante ai cibi preconfezionati. La vitamina C è facilmente deperibile attraverso la cottura (fino al 100% del quantitativo totale), la conservazione a temperature particolarmente basse, l'esposizione all'aria e alla luce. In particolare il lavaggio con molta acqua di frutta e verdura porta a notevoli perdite di questa vitamina.

A che cosa serve

Le sue funzioni sono svariate:

  • azione antiossidante, cioè protegge le membrane delle cellule dell’organismo dall’azione nociva di alcune molecole chiamate radicali liberi
  • è necessaria per la produzione del collagene, una specie di colla che unisce saldamente le cellule dando origine al processo di formazione dei tessuti e degli organi (pelle, tendini, cartilagini, ossa, denti, vasi sanguigni)
  • facilita l’assorbimento del ferro e la sua utilizzazione
  • controlla la sintesi di alcuni ormoni (della tiroide e del surrene) 
  • ha una azione benefica nei confronti di altre vitamine: protegge infatti le vitamine A, E, alcune del gruppo B dall'ossidazione ed è necessaria per la conversione dell'acido folico (vitamina B9) nella sua forma attiva.

Che cosa succede se manca

Il deficit di vitamina C, responsabile dello scorbuto infantile, è attualmente molto raro: è una grave malattia caratterizzata da emorragie alla pelle, alle gengive, dolori agli arti e alterazioni ossee. Si possono verificare invece modeste carenze accompagnate da scarsi sintomi (fragilità dei capillari sanguigni, lenta cicatrizzazione delle ferite, ecc.) e dipendenti da:

  • scarsa introduzione: allattamento prolungato con latte di mucca o artificiale non arricchito da vitamina C o con latte materno di una donna che non introduca le quantità necessarie di questa vitamina; uso prevalente di alimenti contenenti scarsa vitamina C o che ne sono stati impoveriti, ad esempio perché sottoposti al calore oppure conservati per lungo tempo prima di essere consumati, come nel caso di frutta e verdura
  • aumentato fabbisogno: bambini nati prima del termine, adolescenti fumatori, stati febbrili, particolarmente durante le malattie infettive e in presenza di diarrea.

L'utilità della vitamina C per la prevenzione e il trattamento del raffreddore, dell’influenza, del mal di gola, ecc. è quanto mai controversa per quanto riguarda l’effettiva efficacia sull’incidenza, la durata e la gravità di queste malattie. È certo, invece, che l'uso protratto a dosaggi elevati di questa vitamina può causare effetti indesiderati (diarrea e anche calcoli ai reni).

9/9/2009

7/5/2016

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Giorni fertili: in quali giorni del ciclo mestruale è più probabile rimanere incinta?
In quali giorni fertili del ciclo mestruale è più probabile rimanere incinta. Come calcolare la data dell'ovulazione.
Lo svezzamento dopo il sesto mese
Dal sesto mese di vita compiuto si può iniziare lo svezzamento, cioè l'integrazione di cibi solidi e semisolidi.
Cisti smegmatiche
Le cisti smegmatiche sono piccole sacche di grasso sotto la pelle del prepuzio che si risolvono da sole.
Latte anti rigurgito
Ci hanno consigliato un latte per alleviare il rigurgito, ma la presenza di farina di semi di carruba nel latte sarebbe da ostacolo all'assorbimento del calcio.
Le mie figlie non mi accolgono con gioia dopo il lavoro
Quando vado a prenderle dai nonni dopo il lavoro, le bimbe sono fredde e non mi accolgono mai con un benvenuto.

Quiz della settimana

Quale fra le seguenti affermazioni sulle caratteristiche del latte materno è più corretta?
Il latte materno ha caratteristiche nutritive che variano durante le varie ore della giornata
Il latte materno normalmente non ha necessità di essere analizzato in laboratorio
Il latte materno ha una composizione che varia durante la poppata
Tutte le precedenti risposte sono esatte