ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

tutte le risposte dei nostri specialisti

Dorme poco ed è molto attiva

Mia figlia di due anni da qualche tempo dorme pochissimo e di giorno è sempre molto attiva. Individuare le cause è essenziale per definire il programma di cura più adatto.

a cura di: Dott. Massimo Sidoti (psicopedagogista della redazione di www.exducere.com)

Ho una bimba di due anni che, da un po' di tempo, ogni notte si sveglia intorno alle 2,30-3,30 dopo essere andata a nanna intorno alle 23,30. Si sveglia piangendo e chiamando il papà... da quel momento è giorno, non vuol più saperne di ritornare a dormire. Durante il giorno poi è sempre troppo attiva: non sta mai ferma o seduta e nonostante vada all'asilo il pomeriggio dorme per circa due ore. Ho provato sedibimbi, melamill, pediason, dormill, camomilla... ma niente! Cosa può essere la causa? Ma soprattutto cosa potrei fare per calmarla un po'?

Secondo quanto è emerso dalle mie esperienze fatte con pazienti affetti da sindrome di deficit di attenzione ossia iperattivi, posso affermare che riconoscere precocemente il bambino iperattivo è fondamentale, in quanto sin dalla precoce età si possono utilizzare metodologie e risorse più idonee con modalità sistematiche.

È importante agire a vari livelli, valutando le eventuali componenti ereditarie, neurologiche e problematiche familiari. Tale disturbo sembra essere presente più nei maschi che nelle femmine; secondo gli ultimi dati il 5-10% in più delle bambine. I bambini iperattivi sono sempre in movimento, incapaci di prestare attenzione e di concentrarsi.

Individuare le cause è essenziale per definire il programma di cura più adatto. I bambini iperattivi hanno spesso un temperamento ultrasensibile e lo strumento per definire il bambino iperattivo è l'osservazione.

  • Ha difficoltà a rimanere seduto quando gli viene richiesto
  • Si distrae facilmente
  • Ha difficoltà ad aspettare il suo turno nei giochi e nel gruppo
  • Non riesce ad ultimare delle commissioni
  • Passa spesso da un'attività senza completarla ad un'altra
  • Gioca con molta foga ed inquietudine
  • Spesso non ascolta ciò che gli viene detto
  • Perde facilmente gli oggetti

Le cause della iperattività possono essere tante: ogni tipo di svantaggio richiede particolari strategie d'intervento. Quindi bisogna predisporre l'ambiente in modo da costituire valvole di scarico o attraverso il movimento o con il ricorrere alle espressioni artistiche, grafiche, plastiche, musicali.

Bisogna stabilire per loro obiettivi sempre più impegnativi proponendo interessi nuovi; se sono bene guidati possono essere d'aiuto e di guida per gli altri. Programmare una corretta impostazione metodologica, avere una chiara visione degli obiettivi educativi da raggiungere, ed effettuare una scelta dei mezzi adatti a realizzare, l'aderenza ai comportamenti positivi.

La metodologia deve essere commisurata all'effettivo grado di sviluppo della bambina, deve essere attiva, capace di sviluppare le attitudini, tenendo una linea di intervento unitaria, organica, ed integrale in quanto la bambina va considerata nella globalità dei suoi bisogni.

I motivi della iperattività possono essere diversi ma spesso sono legati ai conflitti affettivi. Cercate di essere più naturali possibili, non la richiamate, non la sgridate, in quanto la vostra bambina si pone in situazione di sfida nei vostri confronti.

E' possibile che si senta piccola ed insignificante e tenti di mettersi in evidenza con qualche gesto. Dategli più affetto e cercate di capire cosa la tormenta, fatelo con molto tatto e molta dolcezza.

Occorre quindi, insegnare a vostra figlia a percepire con attenzion, in quanto vostra figlia, bombardata da stimoli percettivi, non ha il tempo di evocare e di memorizzare, non impara a riflettere e non utilizza l'immaginazione, in altre parole non ha il tempo di assimilare l'azione.

Evitate elementi disturbanti, come la televisione accesa, il telefono che squilla etc.. Fategli fare molta attività fisica durante la giornata, per esempio lasciatela correre, arrampicarsi etc.

14/9/2011

28/2/2016

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Dorme poco ed è molto attiva"

Un bambino troppo vivace che non si concentra
Non riesco a fargli fare nessuna attività per più di cinque minuti: è troppo vivace e non si concentra.
Il bambino iperattivo
Le cause dell'iperattività e deficit di attenzione e cosa fare se un bambino sembra iperattivo.
Non sta fermo un minuto
Con la scuola è un problema: non sta mai fermo, non resta in silenzio, interviene sempre. E' un bambino iperattivo? I consigli della psicologa.
Deficit di Attenzione ed Iperattività
Il "Disturbo da Deficit di Attenzione ed Iperattività" colpisce circa il 4 per cento dei bambini in età scolare.
ADHD
Associazione Italiana Famiglie ADHD è una ONLUS per i genitori ed i medici sul Disturbo da Deficit di Attenzione e Iperattività.
Non sta mai fermo
Non riesce ad applicarsi in niente ed è in continuo movimento cambiando sempre gioco. Non sta fermo neppure quando guarda la TV. I consigli dello psicologo.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

La tosse nei bambini: tosse persistente, tosse di notte, tosse secca. Quali rimedi adottare?
I consigli del Pediatra per la tosse nei bambini, i rimedi naturali in caso di tosse persistente, quando usare un sedativo della tosse.
Pratica tanto sport
A nove anni, si allena quattro volte la settimana. E' importante a questa età praticare più attività sportive non dimenticando mai il divertimento.
Vaccinarsi contro la varicella prima di una gravidanza
E' opportuno che le donne che non hanno avuto la varicella eseguano la vaccinazione prima di intraprendere la gravidanza.
Fatica a piegare il ginocchio: menisco discoide
Il menisco discoide è un'affezione congenita che consiste in una alterata forma e dimensione a carico di un menisco.
Perdite vaginali in età pediatrica
Le perdite vaginali in età pediatrica sono attribuibili a flogosi, di varia entità, a carico della vulva e della vagina.

Quiz della settimana

Quale è la causa più frequente di diarrea in età pediatrica?
Un virus
La salmonella
Un parassita intestinale
Un'intossicazione alimentare