ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Saperne di più

per approfondire insieme

Separazione e divorzio: i figli

Separazione e figli. Divorzio e figli. Come affrontare la nuova situazione. I consigli del Pediatra.

a cura di: Dott. Leo Venturelli (pediatra)

La separazione tra coppie e il divorzio sono ormai una realtà presente anche in Italia. Rispetto a vivere in un ambiente dove i due genitori litigano, non si parlano, dove l'atmosfera di giorno in giorno è sempre più pesante, la separazione diventa spesso l'unica strada percorribile per ridare serenità alla coppia e al bambino che abbisogna di un clima rilassato e favorevole per crescere bene. Il figlio è purtroppo colui che subisce di più un danno psicologico da questo avvenimento.

A seconda dell'età il figlio può avere diverse reazioni. In età prescolare il bambino potrebbe regredire in alcune sue funzioni, tipo riprendere a bagnare il letto, balbettare, avere problemi di sonno o incubi notturni. Il bambino dell'età scolare e il ragazzetto possono maturare sentimenti di ostilità per uno dei due genitori, oppure giudicarli male o avere depressione. Gli adolescenti potrebbero cercare l'indipendenza, la trasgressione o lo stare fuori di casa con gli amici; spesso hanno difficoltà scolastiche. I figli di due genitori separati dovrebbero avere la possibilità di mantenere un rapporto regolare e tranquillo con entrambi i genitori: questa sarebbe la soluzione migliore.

I consigli elencati di seguito vi potranno tornare utili.

  • Cercate di consolare il bambino dimostrandogli entrambi affetto
    Dite a vostro figlio che l'unica cosa che è sicura è l'amore che avete entrambi per lui, anche se tra voi genitori litigate molto spesso o non siete più felici. Se il bambino è sotto i sei anni, cercate di coccolarlo comunque in più occasioni: il bambino ha ancora bisogno di percepire emozioni positive dal contatto diretto con mamma e papà.
  • Lasciate che il bambino nutra lo stesso affetto per entrambi i genitori, evitando giudizi sul partner
    Parlategli dei lati buoni dell'altro genitore, anche a costo di reprimere i vostri sentimenti di rabbia; evitate di svalutare o screditare il coniuge, non costringete il bambino a prendere posizione in vostro favore: lo mettereste in crisi e gli provochereste maggiore stress. Vostro figlio ha bisogno di essere amato da entrambi, anche se voi personalmente non siete d'accordo
  • Stimolatelo ad esprimere i suoi pensieri rispetto alla separazione dei genitori
    I bambini soffrono della separazione dei genitori e possono diventare ansiosi, irritabili, depressi; possono piangere senza motivo, avere dolori allo stomaco, soffrire di insonnia, andar male a scuola, comportarsi in modo aggressivo: questi sono alcuni dei segni tipici del momento difficile che il bambino attraversa; aiutatelo a rendere espliciti questi problemi, a parlarvene, anche se voi stessi siete nello stesso stato d'animo. Spiegategli che lui non è responsabile del divorzio, in modo da non creargli falsi sensi di colpa. Anche a scuola gli insegnanti potrebbero discutere su questo argomento, se in classe ci sono altri bambini nelle stesse condizioni: vostro figlio si sentirebbe meno isolato e si vergognerebbe di meno.
  • Mantenete le regole che il bambino ha precedentemente appreso in entrambe le abitazioni
    Se il bambino è stato abituato a delle regole, cercate di essere coerenti anche se siete separati. Evitate eccessiva indulgenza nei suoi confronti, non concedetegli facili privilegi, evitate di attirarlo dalla vostra parte con regalini o concessioni: aumenterebbero il suo disorientamento e rischiereste di viziarlo.
  • Fate in modo che il bambino viva nella stessa casa di sempre, nei limiti del possibile
    La possibilità di rimanere in un luogo conosciuto è molto importante per vostro figlio. Se dovete trasferirvi, cercate di trovare casa nelle vicinanze, o almeno di non staccarlo dal suo ambiente, in modo da fargli continuare la stessa scuola e frequentare i soliti amici: meno cambiamenti dovrà affrontare nella vita quotidiana, più riuscirà a superare lo stress del divorzio.
  • Concedete a vostro figlio di vedere regolarmente il genitore separato
    Il bambino ha bisogno sia della madre che del padre: il divorzio viene vissuto come una situazione in cui un genitore lo abbandona. Evitate che questo succeda, dando la possibilità all'altro coniuge di passare dei periodi col figlio. Tali momenti dovrebbero essere regolari, ogni una o due settimane, e dovrebbero durare un'intera giornata in modo da permettere un contatto più lungo e costruttivo tra bimbo e genitore. Rispettate le scadenze delle visite, per non deludere le sue aspettative; dategli anche la possibilità di telefonare all'altro genitore quando lo desidera, fornendogli il numero di telefono. Se uno dei due genitori sparisce dalla circolazione e non si fa più vedere, cercate di trovare una figura sostitutiva dello stesso sesso del genitore che se ne è andato: un vostro fratello, una sorella o il vostro nuovo partner dovrebbero essere coinvolti per aiutarvi in questo.
  • Non mettetevi a litigare in modo violento in sua presenza
    I bambini, specie figli di divorziati, si agitano e si preoccupano se vedono i genitori litigare violentemente: cercate di non alzare la voce in modo eccessivo in loro presenza e di non lanciarvi improperi reciprocamente.
  • Spiegategli che il divorzio è una cosa definitiva
    Molti bambini credono di poter far riconciliare i genitori e si illudono che la separazione sia solo temporanea. Mettete in chiaro che il divorzio è una cosa definitiva. Cercate di essere realisti in modo da non dare adito a illusioni: così il bambino supererà meglio questi momenti critici.
  • Fatevi aiutare dai nonni
    Spesso la famiglia di origine è una risorsa importante da mettere in campo quando si rimane soli con un bambino e mancano gli aiuti sia economici che morali. Cercate sempre però di rimanere voi i responsabili della disciplina e del comportamento del bambino, in quanto i nonni potrebbero essere troppo permissivi o viziare il nipote. Evitate poi che parlino delle vostre situazioni coniugali o facciano commenti sul vostro partner separato davanti al bambino, che spesso è attento a tutto quello che si racconta in casa.

15/7/2002

18/5/2015

I commenti dei lettori

non so come spiegare nel miglior modo possibile ai bambini la separazione

franco (VE) 05/03/2012

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Separazione e divorzio: i figli"

Separazione
Si può annunciare la separazione dei genitori ad un bambino piccolo? Il comportamenti da seguire.
Non ha mai conosciuto suo padre
Come si può spiegare ad un bambino così piccolo che non vedrà mai suo padre? I consigli dello psicologo.
Ci siamo separati
Nostra figlia soffre il distacco per la nostra separazione. I consigli per farle accettare la nuova situazione senza troppi traumi.
Separazione dal compagno
La separazione dei genitori è un evento oggi molto frequente, così come, la discontinuità dei rapporti tra il bambino e il genitore.
L'adozione
Le domande più frequenti relative all'adozione.
Disagio dei bambini con genitori separati
Il disagio del bambino con genitori separati è legato al conflitto che avverte tra il suo affetto per la mamma e quello per il papà.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Aumento di peso in gravidanza
L'aumento di peso nell'arco dell'intera gravidanza normalmente si aggira tra i 7 e i 14 kg complessivi.
Calo di peso nel neonato
Il calo di peso è normale nei primi giorni di vita del neonato. Si considera normale che un neonato a termine recuperi il peso della nascita entro 8-10 giorni.
Servono le lenti progressive nella miopia?
Non esiste nessuna evidenza scientifica che la lente Varifocale o progressiva sia utile nella gestione della miopia.
Allattare quando riprende il ciclo?
La ripresa del ciclo non incide nell'allattamento. Sfatiamo alcune dicerie che talvolta capita di sentire.
Beclometasone dipropionato
Il principio farmacologico denominato beclometasone dipropionato appartiene alla classe dei farmaci corticosteroidi topici per uso inalatorio.

Quiz della settimana

Che cosa e' il meconio?
Una secrezione densa emessa dalla bocca del neonato al momento della nascita
Una sostanza emessa dall'intestino del neonato
Una sostanza vischiosa proveniente dal naso del neonato
Nessuna delle risposte corretta