ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Afte ricorrenti

Per certi bambini soffrire di afte ricorrenti può diventare realmente un problema perché i sintomi sono dolorosi e abbastanza intensi. I consigli del Pediatra.

a cura di: Dott. Saverio Mirabassi (pediatra)

Ho una bimba di 7 anni e mezzo che soffre di afte ricorrenti. Alcune volte anche con cadenza mensile. E' un fatto normale oppure puo' essere causato da qualche problema? Ho sentito dire che può essere un sintomo della celiachia (la bimba cresce benissimo e non sembra avere problemi di malassorbimento) oppure è una carenza di vitamine, sostanze in particolare o altro ancora?

Afte ricorrenti: in effetti per certi bambini può diventare realmente un problema, quando i sintomi dolorosi sono abbastanza intensi. Provo a dare qualche indicazione:

  • è vero che la celiachia può anche essere sospettata per la ricorrenza di afte orali, però esso non è un segno clinico "primario" per avere tale sospetto. Comunque nulla vieta di approfondire con un semplice prelievo di sangue la faccenda, in particolare se le afte ricorrenti NON sono un segno isolato, se c'è familiarità di celiachia in parente di primo grado, se coesistono anemia da carenza di ferro o rallentamento della velocità di accrescimento staturale e altre condizioni che il Suo Pediatra saprà sicuramente ricercare e valutare.
  • non starei a pensare alla carenza di vitamine, poichè credo che sia piuttosto improbabile che tale condizione si verifichi in una bambina sana e normale, nella nostra realtà nazionale e, a quanto capisco, non affetta da alcun particolare disturbo.
  • c'è chi sostiene che l'afta di dimensioni grandicelle, solitaria, possa essere collegabile ad una allergia a qualche alimento, ma onestamente non ho mai letto lavori clinici che abbiano approfondito questa possibilità; quindi la ritengo al momento una informazione aneddotica "da prendere con le pinze"
  • due parole rapide sulla entita' clinica denominata "Stomatite Aftosa o anche Ulcera Aftosa della Bocca": si tratta di una condizione in cui appaiono sulla mucosa della bocca delle ulcere (= afte) dolorose, singole o multiple destinate a guarigione spontanea in una decina di giorni (le più piccole) o fino anche  a un mese (le piu' grandi ) .-  Devo sottolineare  in questa sede che questa condizione non è legata ad infezione da parte del virus Herpes Simplex , e riconosce spesso una origine cosiddetta "multifattoriale"
  • vista la ricorrenza di queste afte, è però opportuno parlarne con il Pediatra della bimba al fine di orientarsi sulla possibile causa, nella situazione specifica, in quanto l'aspetto della lesione non è particolarmente indicativo per riconoscere l'origine
  • per finire è giusto ricordare che, di per sè, l'afta "comune" tende alla recidiva e può esserne affetto fino al 20% della popolazione, quindi un bambino su cinque.

 


 

 

18/6/2010

20/7/2017

I commenti dei lettori

Sono intollerante (non allergica) al latte e Le garantisco che ogni volta che mangio cibi contenenti questo alimento mi riempio di afte. Niente gelato, lasagne, crema pasticcera, panna, ecc. Se introduco uno di questi alimenti una volta ogni 20 giorni non succede nulla., ma se li mangio solo per 2 giorni di seguito.... Ci ho messo anni a capirlo!

rita (MI) 22/10/2010

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Certificato di nascita e altri documenti dopo il parto
Appena nato e già alle prese con la burocrazia: certificato di nascita e altri documenti dopo il parto.
Microftalmo: serve un'ecografia per indagare l'occhio
Microftalmo: potrebbe avere un occhio più piccolo.
Stitichezza nel neonato
La stitichezza del neonato non dipende dalla frequenza, quanto piuttosto dallo sforzo ad evacuare, causato dalla eccessiva compattezza delle feci.
È rischioso dormire a pancia in su?
Le raccomandazioni di dormire a pancia in su valgono per il bambino fino ai 6 mesi di età.
Sindrome di Beckwith-Wiedemann
E' stata diagnosticata a mio figlio la sindrome di Beckwith-Wiedemann. Le cause.

Quiz della settimana

Parliamo di "pelle a grattugia". Quali di queste affermazioni è corretta?
È più frequente nei pazienti con predisposizione allergica
Richiede l'applicazione di creme idratanti
Compare più frequentemente sul viso e agli arti
Tutte le risposte sono esatte