ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Encefalopatia mitocondriale

E' stato dimesso con la diagnosi di encefalopatia mitocondriale. Di che cosa si tratta?

a cura di: Dott. Guido Vertua (pediatra)

Il bambino di un amico è stato dimesso con la diagnosi di encefalopatia mitocondriale. E' possibile avere informazioni su questa malattia?

Le malattie mitocondriali sono un gruppo di malattie causate da una disfunzione, di origine genetica, dei mitocondri, piccole strutture in cui hanno sede i processi ossidativi che producono l'energia indispensabile a qualsiasi funzione cellulare, sotto forma in particolare di una sostanza chiamata ATP. I mitocondri sono presenti in qualsiasi cellula e, di conseguenza, le malattie mitocondriali possono colpire qualsiasi organo, ma più spesso interessano il muscolo e il cervello, che sono i due organi più vulnerabili data l’elevata richiesta metabolica che avviene in questi tessuti. Per tale motivo sono spesso definite come encefalomiopatie mitocondriali.

L’età di comparsa è variabile e va dalla nascita all’età adulta. Quando la malattia compare nei primi mesi di vita si può verificare un grave ritardo nello sviluppo psicomotorio con microcefalia (anormale piccolezza della testa). Altri segni di interessamento del sistema nervoso centrale sono rappresentati da disturbi della coordinazione motoria (in termine medico vengono definiti atassia), alterazioni dei riflessi, epilessia. Spesso sono presenti sordità, alterazioni della retina, atrofie del nervo ottico. La patologia muscolare è rappresentata da una distrofia, con facile esauribilità muscolare, associata spesso ad alterazioni del muscolo cardiaco e dei muscoli oculari. Nel bambino piccolo il sospetto di una patologia mitocondriale che, come detto, è legata all’alterazione dei meccanismi di trasporto e di utilizzo energetico, è evocato da scarso accrescimento ponderale, vomiti frequenti e crisi ipoglicemiche.

La conferma diagnostica viene data dalla biopsia muscolare, che permette di rilevare il deficit di uno o più enzimi mitocondriali e la lesione genetica, cioè la mutazione del DNA mitocondriale. L’evoluzione di queste patologie va, nella maggioranza dei casi, verso un aggravamento generale, dovuto ad un danno mitocondriale progressivo, più o meno rapido a seconda dell’incidenza di fattori esterni quali febbre o digiuni prolungati che stressano funzioni in precario equilibrio. Le possibilità terapeutiche sono al momento limitate e sono orientate a prevenire o attenuare gli effetti del danno da radicali liberi e a stimolare la produzione di ATP mitocondriale. In realtà nessuno dei farmaci utilizzati, a meno che non sia presente una carenza specifica, è in grado di risolvere la malattia, ma soltanto di migliorare alcuni sintomi, in particolare l'intolleranza allo sforzo e la facile esauribilità muscolare.

1/4/1999

23/4/2016

I commenti dei lettori

sono contemplati in letteratura casi, purtroppo, di bambini che comunque si sviluppano in altezza ma non in peso es.alti nella media x i 6 anni ma 16kg, che hanno minori episodi di rigurgito per assunzione di lansoprazolo, alimentazione solo con frullati(di carne, verdura)acquagel. nel caso volevo sapere l'aspettativa di vita e le reali possibilità di miglioramento considerando che il bambino non deambula correttamente ed ha maggiore forza nella parte destra del corpo

marco (AL) 05/07/2013

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Encefalopatia mitocondriale"

Sindrome di Aicardi
La Sindrome di Aicardi è caratterizzata da importante ipotonia globale con compromissione severa di tutte le acquisizioni psicomotorie.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Ha paura dei tuoni
Mio figlio di due anni ha paura dei tuoni e dei forti rumori. E allora cosa fare con un bimbo pauroso? I consigli dello psicologo.
Rimane attaccata al seno anche un'ora
Ad ogni poppata rimane attaccata al seno anche un'ora. E fa 3 o 4 pasti di notte. Le regole per un buon attacco al seno.
Speciale: Le cause del mal di gola
Il mal di gola si accompagna spesso ai cambiamenti climatici tipici del periodo autunnale. Nella maggior parte dei casi, in età pediatrica è provocato da virus.
Il biscotto nel latte?
E' consigliabile aumentare la quantità di latte piuttosto che mettere il biscotto nel latte. L'introduzione del biscotto è consigliabile dal 4° mese.
La toxoplasmosi in gravidanza: il gatto o il cane in casa danno problemi? Che prevenzione attuare?
La toxoplasmosi può essere presa dal gatto o dal cane? I consigli da seguire durante la gravidanza e la prevenzione da seguire nell'alimentazione.

Quiz della settimana

Quale tra le seguenti è una controindicazione all'allattamento materno?
La miopia
La prematurità
L'infezione da virus HIV (quello che provoca l'AIDS)
L'ittero da latte materno