ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Gli hanno diagnosticato il metatarso varo

Gli è stato diagnosticato il metatarso varo. Nei casi resistenti al trattamento ortopedico (meno dell'1% dei casi) è possibile la correzione chirurgica non prima dei 4-5 anni di età.

a cura di: Dott. Sergio Monforte (ortopedico)

Sono la mamma di un bimbo di cinque mesi al quale è stato diagnosticato "metatarso varo bilaterale" e quindi consigliati tutori Bebax come cura. Quello che vorrei sapere è per quanto tempo dovrà portarli? Deve tenerli tutto il giorno?

Il metatarso varo od addotto è un'alterazione posturale piuttosto frequente nel neonato (1:1000 nati) e di cui ancora non si conosce la causa, anche se la più accettata è considerata una "anomala" posizione intrauterina durante lo sviluppo gestazionale. Bilaterale nel 50% dei casi, non ha né prevalenza di sesso né familiarità. Dal punto di vista clinico è caratterizzata da un grado variabile di adduzione (avampiede atteggiato verso l'interno) rispetto al retropiede (calcagno) e di convessità del bordo laterale del piede.

È classificato in tre distinte forme cliniche (lieve, moderato e severo) a seconda del grado di elasticità alla mobilizzazione passiva e del rapporto anatomico tra avampiede e calcagno. Raramente necessita di trattamento fisioterapico (manipolazioni, stretching) o l'uso di scarpe correttive (tipo ambidestro o Bebax) in quanto è ormai dimostrato come tali trattamenti non migliorino né accelerino la graduale risoluzione spontanea del piede (in circa il 90% dei casi il metatarso varo si risolve senza trattamento entro il primo anno di vita del bambino).

Nelle forme più severe o se il miglioramento spontaneo non è giudicato sufficiente dopo i 6-8 mesi di età si può eseguire un trattamento ortopedico con apparecchi gessati (spesso è sufficiente un trattamento con un solo gesso per tre settimane).

Nei casi resistenti anche al trattamento ortopedico (meno dell'1% dei casi) è possibile la correzione chirurgica (non prima dei 4-5 anni di età) solo se la deformità ormai strutturata provoca dolore, difficoltà nel calzare le scarpe o è esteticamente poco accettata dai genitori.

6/4/2004

10/4/2017

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Gli hanno diagnosticato il metatarso varo"

Metatarso varo
Le hanno fatto la diagnosi di metatarso varo quando aveva 5 mesi. L'intervento chirurgico non è sempre necessario.
Metatarso varo
Il metatarso varo è un atteggiamento del piede in cui la parte anteriore (avampiede) piega internamente rispetto alla posteriore.
Piede varo
Il piede varo è un problema che si manifesta nei primi mesi di vita e tende ad aggravarsi nel tempo, se non è curato.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Accertamenti a tappeto e screening
In Pediatria è corretto eseguire accertamenti (del sangue, strumentali o visite) solo quando esiste un sospetto diagnostico.
Emorroidi in gravidanza
Le emorroidi sono un disturbo frequente durante la gravidanza. Le cause e i rimedi suggeriti dal ginecologo.
Trauma dentale
Uno dei due denti incisivi si è scurito dopo un trauma. Il dentista deve fare gli accertamenti necessari dopo la valutazione diagnostica.
Afte ricorrenti
Per certi bambini soffrire di afte ricorrenti può diventare realmente un problema perché i sintomi sono dolorosi e abbastanza intensi.
Inserimento alla scuola materna: è il più giovane della classe
Nella sua classe di scuola materna sarà il più giovane. I consigli per l'inserimento.

Quiz della settimana

Quando si è punti da una zecca, quale dei seguenti comportamenti occorre seguire?
Rimuovere la zecca con alcool o acetone
Lasciare la zecca in sede per alcune ore facendola intontire con ammoniaca
Rimuovere la zecca prontamente con una pinzetta
Schiacciare subito la zecca nella sede della morsicatura