ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Gli hanno diagnosticato il metatarso varo

Gli è stato diagnosticato il metatarso varo. Nei casi resistenti al trattamento ortopedico (meno dell'1% dei casi) è possibile la correzione chirurgica non prima dei 4-5 anni di età.

a cura di: Dott. Sergio Monforte (ortopedico)

Sono la mamma di un bimbo di cinque mesi al quale è stato diagnosticato "metatarso varo bilaterale" e quindi consigliati tutori Bebax come cura. Quello che vorrei sapere è per quanto tempo dovrà portarli? Deve tenerli tutto il giorno?

Il metatarso varo od addotto è un'alterazione posturale piuttosto frequente nel neonato (1:1000 nati) e di cui ancora non si conosce la causa, anche se la più accettata è considerata una "anomala" posizione intrauterina durante lo sviluppo gestazionale. Bilaterale nel 50% dei casi, non ha né prevalenza di sesso né familiarità. Dal punto di vista clinico è caratterizzata da un grado variabile di adduzione (avampiede atteggiato verso l'interno) rispetto al retropiede (calcagno) e di convessità del bordo laterale del piede.

È classificato in tre distinte forme cliniche (lieve, moderato e severo) a seconda del grado di elasticità alla mobilizzazione passiva e del rapporto anatomico tra avampiede e calcagno. Raramente necessita di trattamento fisioterapico (manipolazioni, stretching) o l'uso di scarpe correttive (tipo ambidestro o Bebax) in quanto è ormai dimostrato come tali trattamenti non migliorino né accelerino la graduale risoluzione spontanea del piede (in circa il 90% dei casi il metatarso varo si risolve senza trattamento entro il primo anno di vita del bambino).

Nelle forme più severe o se il miglioramento spontaneo non è giudicato sufficiente dopo i 6-8 mesi di età si può eseguire un trattamento ortopedico con apparecchi gessati (spesso è sufficiente un trattamento con un solo gesso per tre settimane).

Nei casi resistenti anche al trattamento ortopedico (meno dell'1% dei casi) è possibile la correzione chirurgica (non prima dei 4-5 anni di età) solo se la deformità ormai strutturata provoca dolore, difficoltà nel calzare le scarpe o è esteticamente poco accettata dai genitori.

6/4/2004

19/8/2013

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Gli hanno diagnosticato il metatarso varo"

Piede varo
Il piede varo è un problema che si manifesta nei primi mesi di vita e tende ad aggravarsi nel tempo, se non è curato.
Metatarso varo
Le hanno fatto la diagnosi di metatarso varo quando aveva 5 mesi. L'intervento chirurgico non è sempre necessario.
Metatarso varo
Il metatarso varo è un atteggiamento del piede in cui la parte anteriore (avampiede) piega internamente rispetto alla posteriore.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Come si sviluppa la vista nei neonati
Cosa vede il neonato? Come si trasforma e si sviluppa la vista dei neonati nel primo anno di vita.
Il seno in gravidanza
Durante la gravidanza il seno si prepara per l'allattamento. Il seno diventa più sodo e più grosso.
Nevo acromico
Il nevo acromico è una alterazione circoscritta, solitamente congenita, della pigmentazione che si identifica con una chiazza di ipopigmentazione.
Cos’è la logopedia e che cosa fa?
La logopedia ha lo scopo di migliorare le possibilità comunicative del bambino.
L'alimentazione del neonato e del bambino piccolo
L'alimentazione dei neonati e del bambino piccolo: le indicazioni dei nostri esperti.

Quiz della settimana

Che cosa fare in caso di perdita di sangue dal naso?
piegare la testa il piu' possibile all'indietro
comprimere la parte ossea del naso
riempire le narici di cotone per arrestare l'emorragia
nessuna delle risposte e' corretta