ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Saperne di più

per approfondire insieme

Gravidanza: credenze e luoghi comuni

Luoghi comuni, fantasie, leggende, credenze popolari sulla gravidanza. Un viaggio fra voglie e segni premonitori, per sorridere insieme e vivere serenamente l'attesa della gravidanza, senza stress.

Da quando hai annunciato di essere incinta nonni, mamma, amici, colleghi, zie, vicini di casa insomma tutti vogliono dire la loro? Intorno all'evento gravidanza da sempre si raccontano leggende e storie alimentate da antiche tradizioni. Qui di seguito scriviamo alcuni dei luoghi comuni più diffusi.

  • Pancia a punta non va in guerra. Il ventre di ogni donna si "gonfia" in modo diverso nel corso della gravidanza. Solitamente si dice che se si allargano i fianchi si è in attesa di un maschio se invece la pancia è a "punta" si è in attesa di una femmina. Da qui nasce questo dettto: "pancia a punta non va in guerra " in quanto nascendo una femmina non sarebbe stata arruolata nell'esercito.
  • I bruciori allo stomaco dipendono dalla crescita dei capelli del feto. I disturbi gastrici della futura mamma dipendono dal progesterone, che rilassa la muscolatura dello stomaco, e dalla crescita dell’utero, che spinge lo stomaco verso l’alto. E’ sbagliato quindi pensare che la mamma soffre di bruciore di stomaco perché al bambino crescono i capelli.
  • Da come ti pieghi per raccogliere un oggetto si può prevedere se avrai maschio o femmina. Se la gestante si piega sulle ginocchia e raccoglie l'oggetto caduto con il braccio tenuto lungo il fianco, è in arrivo una femmina; se si piega in avanti a 90° e raccoglie l'oggetto davanti a sé, è in arrivo un maschietto.
  • Le “voglie” della mamma macchiano la pelle del neonato. Se la mamma desidera un particolare alimento e tocca una parte del corpo prima che la voglia sia accontentata, il bambino nascerà con una macchia in quella parte del corpo. E' bene sapere invece che gli angiomi color caffè o caffelatte sono causati da una maggior concentrazione di melanina e non dal desiderio di queste bevande; ed i famosi angiomi color vino o fragola sono formati da piccoli vasi sanguigni dilatati e si attenuano mano a mano che il bambino cresce.
  • Il sesso del bimbo/a da come ti guardi le mani. Se si dice ad una gestante che ha le mani sporche questa se le guarderà immediatamente. Se le osseverà tenendo il dorso delle mani rivolto verso l'alto partorirà un maschio, se invece le girerà con i palmi all'insù avrà una femmina.
  • Male alla gamba sinistra: aspetti una bambina! Spesso la gravidanza è accompagnata dalla infiammazione del nervo sciatico e pare che questa infiammazione sia più frequente se si è in attesa di una bimba.
  • La donna incinta deve mangiare per due. E' una credenza popolare quella per cui in gravidanza, essendo in due, si debba mangiare il doppio. E' bene invece mangiare meglio, non di più! Se la donna  ingrassa esageratamente, faticherà maggiormente a smaltire i chili di troppo dopo il parto e svilupperà anche una maggiore probabilità di avere disturbi come ipertensione e diabete in gravidanza, vene varicose ed emorroidi dopo il parto.
  •  La luna piena ed il parto. Altro luogo comune è quello che afferma che la luna piena influenzerebbe e provocherebbe il parto. Non esiste invece nessuna prova scientifica che dimostri che il numero delle nascite aumenti nei giorni di luna piena.
  • Collane e bracciali in gravidanza. Secondo questo luogo comune la gestante non potrebbe indossare bracciali e collane, altrimenti il neonato potrebbe nascere con profonde righe ai polsi o con il cordone ombelicale attorcigliato intorno al collo.
     

27/9/2010

5/9/2016

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Gravidanza: credenze e luoghi comuni"

Nausea e vomito in gravidanza
La nausea accompagnata da conati di vomito o, più raramente, da vomito vero e proprio, è spesso il primo segno della gravidanza.
Sbalzi di umore in gravidanza
In gravidanza spesso si hanno sbalzi di umore: si passa dalla gioia alla tristezza senza sapere il perchè.
Gravidanza: gonfiore a piedi e caviglie
In gravidanza, il gonfiore a piedi e caviglie è un problema frequente ed un fastidioso disturbo per la mamma in attesa.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Consigli per l'alimentazione in gravidanza
La dieta per la mamma in gravidanza. Tutti i consigli per una corretta alimentazione.
Ecografia delle anche nei neonati
L'ecografia delle anche nei neonati è il miglior metodo per diagnosticare la "displasia congenita dell'anca".
Il bambino e l'ambiente
L'inquinamento sta diventando uno dei principali problemi della nostra epoca e causa danni alla nostra salute e all'ambiente.
Dieta di scatenamento
La dieta di scatenamento consiste nel provare una serie di alimenti per individuare quello responsabile dell'allergia.
Non racconta nulla di quello che succede a scuola
Quando le chiedo cosa ha fatto a scuola mi risponde che non sa, non si ricorda. E non ci racconta nulla. I consigli della psicologa.

Quiz della settimana

Che cosa e' il meconio?
Una secrezione densa emessa dalla bocca del neonato al momento della nascita
Una sostanza emessa dall'intestino del neonato
Una sostanza vischiosa proveniente dal naso del neonato
Nessuna delle risposte corretta