ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

La carie da biberon

La carie da biberon è indotta da un uso scorretto del biberon (detta anche "sindrome da biberon"). Riguarda la fascia dei bambini di età compresa fra 1 e 4 anni.

a cura di: Andrea Corain

Che cos’è la carie da biberon?

E' la carie indotta da un uso scorretto del biberon (detta anche "sindrome da biberon"). Riguarda la fascia dei bambini di età compresa fra 1 e 4 anni. I fattori che danno origine a questa sindrome sono: - un prolungato allattamento al seno (sia come numero di ore al giorno, sia come numero di mesi); - l’uso di biberon o ciucci con prodotti zuccherati; - la non corretta attenzione all’igiene orale dopo l’uso di questi accessori. L’azione degli zuccheri in bocca, specialmente quando biberon e ciuccio vengo usati di notte per tenere “buono” il bambino, favorisce lo sviluppo di microrganismi responsabili della demineralizzazione dello smalto dei denti da latte e del formarsi della carie. Quest'ultima colpirà per primi gli incisivi mascellari centrali e laterali, per poi propagarsi agli altri denti.

Non vanno sottovalutate le conseguenze dovute ad abitudine scorrette nell’ambito famigliare, quali l’assaggio da parte della madre del biberon o la condivisione delle posate. Tutto ciò favorisce la trasmissione degli agenti cariogeni. Se il processo carioso non è controllato e si deve procedere ad estrazioni, ciò comporta complicanze di notevole importanza. E’ quindi necessario prendere consapevolezza della sindrome da biberon per poter agire correttamente sulla prevenzione, coinvolgendo in ciò i genitori, ai quali va insegnato cosa fare e cosa non fare, nell’interesse di un’armoniosa e sana crescita dei denti dei loro bambini. Kroll e Stone hanno trovato una correlazione tra la presenza di Sindrome da Biberon e il tempo in cui il piccolo paziente dorme con il biberon in bocca. Infatti essi hanno constatato che la diffusione continua di liquidi zuccherati sulle superfici dei denti nelle ore notturne con flusso salivare ridotto crea l’ambiente ideale per lo sviluppo di microrganismi acidogeni responsabili della demineralizzazione dello smalto.

6/6/2007

23/5/2014

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "La carie da biberon"

Dentini inferiori distanziati
A mio figlio si sono distanziati i dentini inferiori. A 5 anni è normale osservare uno spazio aprirsi tra i denti di entrambe le arcate.
Gli manca un dente da latte
Gli manca un dente da latte. Il quesito che ci si pone é: agenesia sì o agenesia no?
Pulire i dentini da latte
Bisogna pulire i dentini da latte. I dentini da latte sono denti a tutti gli effetti e vanno assolutamente tenuti puliti.
I sintomi della dentizione nei neonati
La dentizione nei neonati è anticipata da alcuni sintomi. Molto spesso è causa di irritazione delle gengive dei neonati.
La sindrome da biberon
La sindrome da biberon è una forma di carie a rapida evoluzione che distrugge la dentatura da latte.
Caduta precoce dei denti da latte
I bambini hanno 20 denti da latte che iniziano ad erompere dai 6 mesi ai 3 anni con progressione che può essere lenta o veloce precoce o tardiva.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Intolleranze alimentari
Le intolleranze alimentari non rispondono ai tradizionali Test Allergici cutanei. Non provocano quasi mai delle reazioni violente ed immediate nell'organismo.
Mio figlio ripete le parolacce
Mio figlio di quasi quattro anni ripete le parolacce ogni volta che le sente. Mi hanno consigliato di fingere indifferenza.
Morso di cane
In caso di bambino morso da un cane, bisogna sapere la sede della morsicatura, la profondità del morso e la taglia del cane.
Beve molto: non avrà il diabete?
Bere molto (si dice polidipsia) rappresenta effettivamente uno dei segni del diabete, ma normalmente non è però l'unico segno.
Infezione da Chlamydia nel neonato
Il neonato può infettarsi al momento della nascita durante il passaggio nel canale da parto.

Quiz della settimana

Nell'asilo di vostro figlio sono stati segnalati numerosi bambini con i pidocchi, tanto che sono stati esposti avvisi a riguardo. Qual e' il miglior modo per evitare che anche il vostro bambino, che al momento sta benissimo, venga contagiato?
Lo portate dal barbiere per tagliarli i capelli molto corti
Lo trattate subito con un prodotto contro i pidocchi
Non lo mandate all'asilo per una settimana
Controllate accuratamente il cuoio capelluto del bambino almeno una volta alla settimana