ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

La carie da biberon

La carie da biberon è indotta da un uso scorretto del biberon (detta anche "sindrome da biberon"). Riguarda la fascia dei bambini di età compresa fra 1 e 4 anni.

a cura di: Andrea Corain

Che cos’è la carie da biberon?

E' la carie indotta da un uso scorretto del biberon (detta anche "sindrome da biberon"). Riguarda la fascia dei bambini di età compresa fra 1 e 4 anni. I fattori che danno origine a questa sindrome sono: - un prolungato allattamento al seno (sia come numero di ore al giorno, sia come numero di mesi); - l’uso di biberon o ciucci con prodotti zuccherati; - la non corretta attenzione all’igiene orale dopo l’uso di questi accessori. L’azione degli zuccheri in bocca, specialmente quando biberon e ciuccio vengo usati di notte per tenere “buono” il bambino, favorisce lo sviluppo di microrganismi responsabili della demineralizzazione dello smalto dei denti da latte e del formarsi della carie. Quest'ultima colpirà per primi gli incisivi mascellari centrali e laterali, per poi propagarsi agli altri denti.

Non vanno sottovalutate le conseguenze dovute ad abitudine scorrette nell’ambito famigliare, quali l’assaggio da parte della madre del biberon o la condivisione delle posate. Tutto ciò favorisce la trasmissione degli agenti cariogeni. Se il processo carioso non è controllato e si deve procedere ad estrazioni, ciò comporta complicanze di notevole importanza. E’ quindi necessario prendere consapevolezza della sindrome da biberon per poter agire correttamente sulla prevenzione, coinvolgendo in ciò i genitori, ai quali va insegnato cosa fare e cosa non fare, nell’interesse di un’armoniosa e sana crescita dei denti dei loro bambini. Kroll e Stone hanno trovato una correlazione tra la presenza di Sindrome da Biberon e il tempo in cui il piccolo paziente dorme con il biberon in bocca. Infatti essi hanno constatato che la diffusione continua di liquidi zuccherati sulle superfici dei denti nelle ore notturne con flusso salivare ridotto crea l’ambiente ideale per lo sviluppo di microrganismi acidogeni responsabili della demineralizzazione dello smalto.

6/6/2007

23/5/2014

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "La carie da biberon"

Togliere o no i denti da latte?
E' necessario rivolgersi all'ortodonzista che è in gradi di valutare se è necessaria l'estrazione del dente da latte.
I sintomi della dentizione nei neonati
La dentizione nei neonati è anticipata da alcuni sintomi. Molto spesso è causa di irritazione delle gengive dei neonati.
Difetti dello smalto nei denti da latte
I difetti congeniti dello smalto dei denti da latte sono un disturbo non pericoloso ma difficilmente risolvibile.
Trauma da dente da latte
Traumi da dente da latte: cosa fare per evitarli e limitarne i danni.
Lo spazzolino da denti
I consigli per pulire in modo corretto lo spazzolino da denti.
Come si prepara il latte artificiale
Come evitare gli errori più comuni nella preparazione del latte artificiale.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Fatica a piegare il ginocchio: menisco discoide
Il menisco discoide è un'affezione congenita che consiste in una alterata forma e dimensione a carico di un menisco.
Perdite vaginali in età pediatrica
Le perdite vaginali in età pediatrica sono attribuibili a flogosi, di varia entità, a carico della vulva e della vagina.
Vomito ciclico
Il vomito ciclico consiste in episodi ricorrenti di vomito violento in assenza di causa organica apparente, spesso con una storia familiare di emicrania.
Da che fattori dipende la statura di un bambino?
La statura definitiva di un adulto dipende sia da fattori genetici che ambientali.
Integrazione del latte materno dopo il 6° mese
Dopo il 6° mese è opportuno provare ad integrare il latte materno introducendo alimenti diversi dal latte.

Quiz della settimana

Quale è la causa più frequente di diarrea in età pediatrica?
Un virus
La salmonella
Un parassita intestinale
Un'intossicazione alimentare