ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Beve molto: non avrà il diabete?

Bere molto (si dice polidipsia) rappresenta effettivamente uno dei segni del diabete, ma normalmente non è però l'unico segno. Il miglior consiglio è quello di discuterne con il pediatra curante.

a cura di: Dott. Gianpaolo De Filippo (endocrinologo pediatra)

Ho una bimba di circa due anni. È abituata a bere molto. Spesso beve in una sola volta anche 200-250 cc di acqua. La cosa mi preoccupa poiché so che bere molto spesso rappresenta uno dei sintomi del diabete. Vi sono altri sintomi o indicatori di tale malattia? Conviene comunque eseguire delle analisi?

Bere molto rappresenta effettivamente uno dei segni del diabete, non è però isolato (non rimane cioè l'unico segno). Infatti, la polidipsia (il desiderio di bere molto) rappresenta il meccanismo che istintivamente compare per compensare la presenza di poliuria (grossa quantità di urine). Nonostante questo, però, la disidratazione è inevitabile e quindi la sintomatologia poliuria-polidipsia inizia ad accompagnarsi ad una marcata perdita di peso e ad un deterioramento rapido e progressivo delle condizioni generali.

La poliuria è presente nel diabete mellito per un effetto osmotico: in altre parole lo zucchero, presente in eccesso nel sangue, viene eliminato in parte dai reni e le urine "zuccherine" (da cui il nome di "diabete mellito") richiamano una grossa quantità d'acqua. Nel diabete insipido, invece, che non ha nulla a che vedere, tranne il nome, con il diabete mellito, è assente la capacità di concentrare le urine, per cui anche in questo caso il bisogno di bere rappresenta un compenso. Le differenze e le caratteristiche specifiche del diabete mellito e del diabete insipido sono già state trattate in una precedente risposta. La valutazione di una bambina che beve molto prende in considerazione, come sempre in medicina, l'insieme delle circostanze. Il miglior consiglio è quello di discuterne con il pediatra curante.

29/1/2003

23/1/2017

I commenti dei lettori

Qualche mese fa anch'io mi sono posta la stessa domanda e.... purtroppo si, mia figlia ha il diabete, l'ho scoperto proprio grazie a questo sito e alle newsletter che ricevo continuamente con le quali mi tengo aggiornata. La situazione non è delle migliori, ma mi hanno assicurato che col tempo tutto diverrà più naturale, speriamo. Fare delle analisi di tanto in tanto non fa male a nessuno!

Stefania 19/03/2012

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Beve molto: non avrà il diabete?"

Diabete insipido
Il diabete insipido è dovuto alla mancanza di un ormone, la vasopressina. Si manifesta con l'aumento della quantità di urine e aumento della sete.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Celiachia e infertilità
Esiste una relazione tra celiachia e problemi di infertilità. In particolare, alcuni casi di abortività ricorrente e ridotta crescita fetale.
Ingrossamento della ghiandola mammaria
L'ingrossamento della ghiandola mammaria può essere inquadrato nell'ambito del telarca precoce. Può essere presente fin dalla nascita.
Posizione nel sonno e morte improvvisa del lattante
Statisticamente la SIDS (morte improvvisa del lattante) capita più spesso in chi ha una posizione nel sonno sbagliata.
Centri antiveleni
I consigli di cosa fare in caso di avvelenamento o ingestione di tossici o caustici.
La timidezza del bambino
Per aiutare il bambini timido a superare certe situazioni di timidezza non bisogna forzare le tappe del suo sviluppo psicologico.

Quiz della settimana

Quando si può considerare definitivo il colore degli occhi in un lattante?
a 2-3 mesi di vita
a 4-5 mesi di vita
a 6-7 mesi di vita
a 11-12 mesi di vita