ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Sinovite dell'anca

La sinovite aspecifica dell'anca o sinovite transitoria dell'anca è un'affezione che si presenta molto frequentemente in età pediatrica.

a cura di: Dott. Antonio Andreacchio (ortopedico)

Ho un bambino di sette anni a cui è stata diagnosticato per la seconda volta un versamento transitorio all'anca di natura virale. Lo stesso episodio era accaduto quando mio figlio aveva l'età di tre anni. La reumatologa che lo aveva visitato mi aveva garantito che l'infezione era transitoria e che difficilmente si sarebbe ripresentata. Ora, a quattro anni di distanza, l'inconveniente si è ripresentato, sempre sull'anca destra. Il bambino ha accusato per una decina di giorni un leggero dolore all'inguine e, successivamente, mentre eravamo in attesa di fare accertamenti diagnostici, il dolore si è acuito provocando il rifiuto di poggiare a terra il piede destro. Dall'ecografia risulta un modesto versamento di nove mm e nessun altro danno a livello femorale. La mia domanda è: come mai il fenomeno si è ripetuto? E soprattutto: ci potranno essere delle conseguenze ortopediche derivanti da questa predisposizione di mio figlio a questo tipo di infezioni?

La sinovite aspecifica dell'anca o sinovite transitoria dell'anca è un'affezione che si presenta molto frequentemente in età pediatrica. L'ipotesi più accreditata è che si verifichi a distanza di 10-15 giorni da un episodio febbrile o di infezione delle alte vie aeree come evento satellite. Attraverso la via ematica una colonia batterica o virale può arrivare a localizzarsi a livello dell'articolazione coxo-femorale e dar luogo ad una infiammazione con versamento articolare e dolore con impotenza funzionale.

Non sempre l'agente patogeno è individuabile anche nei casi in cui é stato eseguita un'artrocentesi ed il liquido articolare inviato ad esame culturale. Il problema affligge più frequentemente i bambini tra i tre anni ed i sei anni anche se non sono frequenti sconfinamenti verso età maggiori come nel caso di suo figlio. La diagnosi di sinovite transitoria è una diagnosi di esclusione in quanto una notevole serie di patologie di carattere ortopedico ed anche generale hanno, come sintomo d'esordio, quello di una sinovite dell'anca. La sinovite transitoria, in quanto tale però, si esaurisce e si risolve in un periodo di 7-10 giorni con riposo e terapia antinfiammatoria. Nel caso in cui si tratti, invece, dell'esordio di una malattia, è chiaro che la risoluzione non avverrà.

È corretto quindi dapprima monitorare il versamento endoarticolare con un'ecografia per verificare a distanza di tempo la riduzione della falda, riservando ad una seconda fase, qualora la sintomatologia non si risolvesse, gli accertamenti di secondo livello come esami ematici, Rx, risonanza magnetica, scintigrafia etc. Il fenomeno può ripetersi a distanza di tempo in uno stesso soggetto poiché è facile pensare che esistano bambini più predisposti di altri a sviluppare tale tipo di infiammazione.

La dizione francese della patologia è "rhume de l'hanche" ovvero "raffreddore dell'anca" che spiega bene come tale problema possa ripetersi e come l'affezione sia assolutamente benigna, senza che ci possano essere esiti invalidanti anche da episodi ripetuti di sinovite transitoria. In caso di dolore all'anca è comunque sempre meglio eseguire una visita specialistica e un controllo, anche con diagnosi posta di sinovite dell'anca, va ripetuto per essere sicuri che il problema si sia completamente risolto.

Pertanto ogni ortopedico pediatra sa, davanti ad una coxalgia insorta senza riferiti traumi, che la diagnosi più probabile è quella di una sinovite transitoria; ma sa anche che il paziente va rivisto fino alla completa remissione dei sintomi in quanto ogni sinovite può nascondere l'insidia di una patologia più complessa. La diagnosi di certezza di una sinovite transitoria è una diagnosi a posteriori. Pertanto l'ortopedico pediatra sa che dovrà seguire il suo paziente fino alla completa guarigione

9/4/2004

10/2/2012

X

Sai che puoi avere tutti i giorni un consiglio del Pediatra? Iscriviti gratis alle nostre Newsletter!

Tutti i giorni le Pillole di Pediatria, un consiglio del Pediatra sulla salute del tuo bambino, su misura per la sua età. E se sei in attesa, 9mesi è la newsletter che ti accompagnerà per tutta la gravidanza, settimana dopo settimana.
Scrivi qui sotto la tua email e clicca su OK!

I commenti dei lettori

ho una bambina di 5 anni che da un giorno all'altro camminava come se avesse una gamba piu corta dell'altra in ospedale mi hanno detto che aveva una coxo sinovite all anca destra e con 5 giorni di riposo e un antifiammatorio andava via la cosa piu strana e che mia figlia non accusa dolore cammina salta corre ma sempre tutta storta e mi fa una strana sensazione vederla camminare in quel modo sente dolore solo quando avvicino una gamba all altra e la prima volta che vedo una cosa del genere mi domando se mia figlia ritornera a camminare di nuovo bene

 

 

verdini antonietta (NA) 01/07/2012

Io ho un bimbo di 5 anni la sinovite transitoria gli e' venuta per la seconda volta, sinceramente sto facendo degli antinfiammatori, ma ho sempre paura, perche' il pediatra mi parlava della sindrome di pertes, cosa dovrei fare anche perché on si capisce bene da cosa si verifica questa malattia.

Laura (RG) 18/10/2012

Io ho un bambino di quasi 5 anni e la sinovite gli è venuta anche un anno fa, gli sto facendo gli antinfiammatori per 6 giorni e mi hanno detto di tenerlo a completo riposo per 7 giorni (praticamente impossibile), ma non sono tanto tranquilla perchè l'ortopedico pediatra che ha visitato mio figlio non ha voluto fargli l' ecografia e non riesco a fare un confronto con il problema che ho avuto in precedenza, credo proprio che insisterò con la mia pediatra di farmi prescrivere un controllo a distanza di un mese, almeno così mi è stato consigliato da altre mamme che hanno avuto lo stesso problema.

mara (BS) 31/05/2013

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Sinovite dell'anca"

Sinovite dell'anca
Soffre di sinovite transitoria benigna dell'anca. Va curata con farmaci antiinfiammatori, ma non lascia alcuna conseguenza a livello dell'articolazione.
La malattia di Perthes
Mio figlio si lamenta di dolori alle anche. Può essere la malattia di Perthes?
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Consigli di puericultura per il neonato
Post parto e neonati: proponiamo alcuni consigli di puericultura per facilitarne il compito nei primi mesi di vita del neonato.
Difetto ostium secondum
A mia figlia è stato riscontrato un difetto ostium secondum di 16 mm. Ci hanno consigliato l'intervento fra tre anni. Non sarà troppo tardi?
Ultrascreen in gravidanza
L'ultrascreen si basa su un'ecografia ed è un prelievo di sangue effettuati ad 11-13 settimane di gravidanza.
Bambini con difficoltà cognitive
Bisogna essere sempre fiduciosi che i nostri figli possano migliorare le proprie capacità cognitive e dare di più di quello che crediamo.
I dentini
Quando spuntano i primi dentini? Quali sono i “fastidi” legati alla comparsa dei dentini? Bisogna avere cura dei denti da latte? I consigli del Pediatra.

Quiz della settimana

Nel sospetto di scarlattina, qual è il test più utile per la diagnosi?
Emocromo
TASL (titolo anti-streptolisinico)
Tampone faringeo
Esame urine