ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Le sono già comparse le smagliature sul seno

Le "smagliature" (strie cutis distensae) si osservano con discreta frequenza nel corso dell'adolescenza.

a cura di: Dott. Fabio Arcangeli (dermatologo)

Ho una figlia di dodici anni. Nel giro di otto - dieci mesi siamo passati da una misura zero di reggiseno ad una terza misura. A causa, credo di ciò, il seno si è riempito di smagliature ancora rosse (lunghe un paio di cm). Sto mettendogli una crema per smagliature da mesi ma senza risultato. Posso fare qualcosa di più efficace? Devo portarla a fare una visita dermatologica? Si può prendere il sole su una smagliatura ancora rossa? Vi sarei molto grata se poteste aiutarmi.

Le "smagliature" (strie cutis distensae) si osservano con discreta frequenza nel corso dell'adolescenza e, per quanto possano caratterizzare alcune situazioni patologiche come l'obesità, la sindrome di Cushing, o far seguito a trattamenti prolungati con corticosteroidi ed estro-progestinici, non sono in genere espressione di malattia. Nell'adolescente sono più facilmente secondarie ad una distensione meccanica della cute sovrastante particolari aree corporee in rapido accrescimento o, più in generale, a rapide variazioni del peso e delle dimensioni corporee.

Nelle femmine le regioni più colpite sono le cosce, le regioni lombo-sacrali ed il seno. Inizialmente si presentano come strie rossastre e rilevate che divengono, nel corso di alcuni mesi, leggermente depresse e di colorito dapprima roseo e successivamente biancastro. L'approccio terapeutico è purtroppo sconfortante: a poco o nulla valgono gli innumerevoli preparati "antismagliature" presenti in commercio, anche se una prescrizione in tal senso diventa talora inevitabilmente ragionevole, al fine di contenere l'ansia delle giovani pazienti. Fortunatamente, con il passare del tempo, le lesioni si dimostrano sempre meno visibili e dunque meno "deturpanti". L'esposizione al sole non ha, in generale, influenze negative. Per le lesioni in fase iniziale, eritematosa, è consigliabile tuttavia adottare misure di fotoprotezione (se non è possibile tenerle coperte si potrà applicare un filtro solare ad elevata protezione) al fine di non accentuarne l'aspetto e non favorire esiti discromici.

3/12/2001

16/12/2017

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Allergia e infezioni respiratorie
La relazione esistente tra allergie ed infezioni respiratorie è un capitolo molto controverso soprattutto nel bambino sotto i sei anni.
La placenta
La placenta è l'organo di scambio fra la mamma e il bambino durante la gravidanza.
Oggetti per la sicurezza della casa
Una lista di accessori utili e pratici per la sicurezza della casa per un bambino a seconda dei diversi ambienti domestici.
Nistagmo orizzontale
Mia figlia è affetta da nistagmo orizzontale. E' possibile ipotizzare un'evoluzione naturale benigna? Il parere dell'oculista.
Non vuole più andare in piscina
E' andata in piscina volentieri le prime volte, ma adesso fa i capricci e non vuole più andare. Come risolvere la situazione.

Quiz della settimana

Quale anomalia dei cromosomi caratterizza le persone affette dalla sindrome di Down?
Hanno 21 cromosomi
Hanno un cromosoma 21 in meno
Hanno un cromosoma 21 in più
Sono privi di entrambi i cromosomi 21